energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Procura riapra indagini su morti misteriose Cronaca

La Procura di Massa riapra le indagini sull'incidente aereo del 1992 a Campo Cecina (Massa Carrara) in seguito al quale persero la vita Alessandro Marcucci e Silvio Lorenzini. Lo ha chiesto l'associazione antimafia "Rita Atria" che ha depositato un esposto in Procura. Marcucci, ex pilota dell'aeronautica militare fu coinvolto come testimone nell'inchiesta per la strage di Ustica. La decisione di presentare un esposto quasi 20 anni dopo la fine della prima inchiesta giudiziaria, ha spiegato la fondatrice dell'associazione, Madia Furnari, ''è stata presa perche' in tutti questi anni abbiamo studiato a fondo le carte e gli elementi raccolti, notando le incongruenze ma anche sperando di trovare condizioni ambientali diverse, visto che i magistrati che indagarono allora adesso non ci sono più. Marcucci morì sul colpo, carbonizzato, si dirà in seguito all'incendio sprigionatosi dal velivolo precipitato al suolo, Lorenzini morì dopo 30 giorni di agonia a causa delle ustioni riportate e per una sospetta trasfusione di sangue. Tra le incongruenze rilevate e gli indizi ignorati si segnalano, a dettta dell'associazione, la decisione di non acquisire la lunga sequenza fotografica  utile alla ricostruzione della dinamica dell'incidente e del suo epilogo, e la scelta di non disporre l'autopsia né sul corpo di Marcucci, né su quello di Lorenzini."Quello strano incidente – ha aggiunto Mario Ciancarella, ex ufficiale dell'aeronautica militare, amico di Marcucci e consulente per la famiglia del pilota deceduto nella prima inchiesta giudiziaria – merita indagine approfondite per chiarire i tanti misteri ancora irrisolti''. Sostengono la richiesta di riapertura delle indagini anche l'Eurodeputata del Pd, Rita Borsellino, il Sindaco di Palermo Leolouca Orlando e il Presidente della Commissione Giustizia del Prc, Giovanni Russo Spena.

Nella foto Alessandro Marcucci

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »