energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Produzione industriale: giù elettronica ed energia Economia

A gennaio 2014 l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenta in termini congiunturali, rispetto a dicembre 2013, dell’1,0%. Nella media del trimestre novembre-gennaio l’indice aumenta dello 0,7% rispetto al trimestre immediatamente precedente. Corretto per gli effetti di calendario, a gennaio l’indice aumenta in termini tendenziali, rispetto cioè a gennaio 2013,  dell’1,4% (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 22 di gennaio2013). Gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a gennaio 2014, aumenti nei comparti dei beni intermedi (+4,5%), dei beni strumentali (+2,7%) e, in misura meno rilevante, dei beni di consumo (+0,6%). Un calo marcato invece, segna il comparto dell’energia (-5,3%).  Sono i principali dati divulgati oggi da Istat nel rapporto statitsico "Produzione industriale – gennaio 2014".

In particolare, rispetto a gennaio 2013, i settori caratterizzati da una crescita più marcata sono: la fabbricazione di mezzi di trasporto (+12,0%), la metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+9,6%), la fabbricazione di articoli in gomma  e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (+5,9%) e le altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine e apparecchiature (+3,8%). Tra i settori in calo, quelli che a gennaio registrano le diminuzioni tendenziali più ampie sono: l’attività estrattiva (-6,5%), la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi  (-6,4%) e la fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-5,6%).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »