energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Progetto “Mamma Segreta” in aiuto delle donne in difficoltà Notizie dalla toscana, Società

"Tutte le donne in difficoltà o che manifestano dei dubbi rispetto alla futura maternità, comprese richiedenti asilo e rifugiate, hanno diritto ad essere accolte e sostenute nell'assunzione della decisione di tenere o meno il bambino, così come di partorire in assoluto anonimato e a non riconoscere il neonato": questa la dichiarazione di oggi, giovedì 4 ottobre, dell'assessore regionale al Welfare, Salvatore Allocca. A Firenze si è discusso del progetto regionale "Mamma Segreta", che mira a sostenere le madri che intendono non riconoscere i loro figli, nonchè a tutelare, allo stesso tempo, i neonati. Il progetto, nato nel 1999 e sperimentato a Prato e Firenze grazie alla collaborazione dell'Asl di Prato, del Comune di Prato e dell'Istituto degli Innocenti di Firenze, è stato esteso ad altre realtà toscane dal 2005. Per prevenire gli infanticidi e gli abbandoni traumatici dei neonati, la Regione ha promosso questo programma destinato alle gestanti ed alle mamme in difficoltà.

Foto: http://www.mustela.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »