energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Progetto Quanticol: nuovi modelli per la gestione delle città STAMP - Università

Lucca –  La Scuola IMT Alti Studi Lucca ancora una volta al centro dell’interazione tra ricerca e industria. Si è infatti concluso oggi (24 maggio) nell’auditorium Cappella Guinigi il progetto di ricerca “Quanticol” (www.quanticol.eu), sostenuto dalla Comunità Europea e dedicato alla progettazione di reti di trasporto urbano e di sistemi di utilizzo dell’energia “intelligenti”, sostenibili e integrati tra loro. 

Il progetto, che dal 2013 ad oggi ha visto coinvolte l’Università di Edimburgo, l’Istituto di Scienza e Tecnologie della Informazione “A. Faedo “, la Scuola IMT, l’INRIA (Istituto nazionale per la ricerca nell’informatica e nell’automazione, Parigi), la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco, l’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna e l’Università di Southampton, si è occupato di elaborare nuovi modelli, funzionali alla progettazione sostenibile e alla gestione delle aree urbane. Gli ambiti di ricerca hanno riguardato in particolare l’integrazione tra settori strategici come l’energia, i trasporti e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

L’evento svoltosi a Lucca è l’atto conclusivo di quattro anni di studi e ricerche ed è finalizzato al trasferimento tecnologico dei risultati al mondo dell’industria. Protagoniste del seminario,infatti, sono state alcune realtà nazionali e internazionali che si occupano di energia, sistemi complessi e gestione di reti. Tra queste Intecs, azienda italiana che progetta e realizza sistemi elettronici complessi per le maggiori organizzazioni europee in diversi settori come la difesa, l’industria aerospaziale e l’ambito civile; UTRC, la struttura di ricerca dell’azienda americana UTC che ricerca, sviluppa e produce prodotti in numerosi settori, tra cui motori aeronautici, elicotteri, caldaie, condizionatori, celle a combustibile, ascensori e scale mobili, sistemi di sicurezza e sistemi antincendio per le costruzioni e prodotti industriali e Pisamo, azienda di mobilità pisana che si occupa del servizio di bike-sharing “Ciclopi”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »