energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Progetto RAEE: educare i ragazzi a smaltire i rifiuti tecnologici Cronaca

Firenze – Cosa sono e come comportarsi con i cosiddetti “rifiuti tecnologici”: apparecchi di utilizzo quotidiano, come telefoni cellulari, caricabatteria, tostapane, asciugacapelli, videogiochi ecc, che devono essere raccolti in modo separato. È questo l’obiettivo di RAEE@scuola, progetto di educazione ambientale dedicato agli alunni delle scuole primarie elementari e medie e promosso dall’Anci e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RAEE), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e a cura di Ancitel Energia e Ambiente. Il progetto, arrivato alla terza edizione e che coinvolge 50 comuni a livello nazionale tra cui Firenze, coniuga la campagna di informazione su come gestire e smaltire correttamente i RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ad una attività sperimentale di micro raccolta di questi rifiuti all’interno delle scuole.

Oggi la presentazione dell’iniziativa a Palazzo Vecchio con la partecipazione dell’assessore all’Ambiente Alessia Bettini, Viviana Solari coordinatrice del progetto RAEE@scuola e Livio Giannotti amministratore delegato di Quadrifoglio. Per quanto riguarda Firenze, il progetto prende il via oggi in 13 scuole primarie elementari e 7 scuole medie per un totale di quasi 3.000 alunni: in dettaglio 52 classi (quarte e quinte) delle scuole elementari per un totale di 1.250 bambini, 73 classi delle medie per 1.674 studenti. Nelle scuole che aderiscono al progetto, è stato distribuito un kit informativo e, con il supporto di un concorso web, gli alunni sono invitati a portare da casa i propri apparecchi elettronici dismessi e a conferirli negli appositi bidoncini (ognuno da 360 litri, in totale saranno 26) predisposti da Quadrifoglio, che provvederà a pesare i quantitativi provenienti da ogni scuola partecipante e quindi avviarli a riciclo.

Le tre scuole che raccoglieranno la maggior quantità di RAEE riceveranno un premio simbolico (scatole con risme di carta). Inoltre è stato lanciato il concorso creativo web dal titolo “Fatti una foto FAMIGLIA RAEE e vinci”. I bambini saranno invitati a caricare una foto della propria famiglia insieme a uno o vari rifiuti elettrici ed elettronici, in modo da coinvolgere gli adulti sul tema. Una giuria valuterà le foto inviate premiando con uno zainetto Comix contenente materiale scolastico un alunno per ogni comune. I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche oggetto di raccolta durante l’iniziativa (tre settimane, da oggi al 24 febbraio) sono i cosiddetti Piccoli RAEE (PAED), con dimensione massima 25cm X 25cm.

“Dobbiamo fare uno sforzo per incrementare la raccolta differenziata di questo tipo di rifiuti, -ha detto l’assessore Bettini – anche in vista degli obiettivi di raccolta differenziata previsti dall’Unione Europea, ovvero 12 chilogrammi a testa nel 2019. E in questa ottica informare e sensibilizzare i futuri cittadini è fondamentale anche perché, attraverso i bambini, è possibile anche coinvolgere maggiormente le famiglie”.

“Lo scorso anno – ha precisato Giannotti AD di Quadrifoglio – nel Comune di Firenze abbiamo raccolto e avviato a riciclo 2.224 tonnellate di Raee, quasi 6kg/ab/anno, un dato già buono rispetto alla media nazionale di 4 kg/ab/anno, ma che vogliamo incrementare visto che ciascun italiano in media produce quasi 15 kg/anno di Raee. Illustrare le caratteristiche di questi rifiuti tecnologici nelle scuole, dove troviamo generazioni di alunni ormai definiti ‘nativi digitali’, e quindi collegare la maggior conoscenza ad un’attività di raccolta diretta della durata di tre settimane è il miglior modo per apprendere quale sia la corretta gestione di questi rifiuti”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »