energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prorogata la scadenza per rinnovare le esenzioni delle categorie E01, E03 ed E04 STAMP - Salute

La nuova procedura di rilevazione ed autocertificazione del diritto di esenzione per motivi di reddito è entrata in vigore dall’inizio dello scorso dicembre, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale. Una delibera della Giunta regionale, tuttavia, ha stabilito che, per evitare disagi ai cittadini, la scadenza per rinnovare i certificati di esenzione delle categorie E01, E03 ed E04 sarà prorogata di un anno. La scadenza fissata era il 31 marzo 2012 ed entro questa data tutti i cittadini di queste tre categorie avrebbero dovuto recarsi presso la propria Asl per rinnovare l’esenzione. Con la proroga decisa dall’organo di governo della Regione, invece, avranno tempo per farlo fino al 31 marzo 2013. Alla base della decisione della Giunta regionale il mancato recepimento, da parte dei medici e dei cittadini, delle procedure relative alla prescrizione elettronica. I medici potranno, fino a questa nuova scadenza, procedere a rilasciare ricette apponendo il codice corrispondente alla categoria di esenzione sulla base dell’attestato di esenzione di cui il paziente è attualmente in possesso. Rimane inteso, ovviamente, che la responsabilità della dichiarazione di esenzione rimane totalmente a carico del paziente. Le categorie aventi diritto all’esenzione sono le seguenti:
1 – Cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (E01);
2 – Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito (E02) complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
3 – Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (E03);
4 – Titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (E04).
Coloro che, per mutate condizioni di reddito rispetto a quanto precedentemente dichiarato, dovessero essere inseriti in una fascia di esenzione differente da quella certificata o dovessero aver perso il diritto all’esenzione, devono in ogni caso comunicare la variazione alla propria Asl e farsi rilasciare un nuovo certificato. Per i cittadini che rientrano nella categoria E02, infine, sono confermate le procedure previste dalla normativa nazionale. Va ricordato, infine, che le Asl effettueranno controlli sull’effettiva validità delle dichiarazioni finalizzate all’esenzione dal pagamento del ticket.

Foto: http://www.tuttasalute.net
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »