energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Publiacqua si impegna per migliorare i servizi a Figline Valdarno Notizie dalla toscana

Figline Valdarno (Firenze) – E’ stata un’assemblea partecipata quella di ieri sera a Casa Petrarca, dove la sindaca Giulia Mugnai e il presidente di Publiacqua, Filippo Vannoni, hanno incontrato i cittadini per parlare dei frequenti problemi di approvvigionamento idrico che nelle ultime settimane sono stati più frequenti.

Le criticità emerse dai racconti dei cittadini riguardano principalmente via Einstein, la località Castello, Burchio e piazza Capanni a Incisa, zone per le quali i problemi di scarsità d’acqua sono stati dovuti a perdite o rotture di tubazioni sui cui i tecnici di Publiacqua hanno incontrato particolari difficoltà di intervento. Nel caso di via Einstein il presidente Vannoni formulerà presto una relazione tecnica in cui saranno evidenziate tutte le problematiche di intervento su questa area, mentre al Burchio nei prossimi giorni sarà effettuato un sopralluogo per individuare le cause dei continui abbassamenti di pressione. Inoltre su Castello Vannoni ha promesso l’interramento del tubo di polietilene che collega i circa 700 metri che separano questa località dal serbatoio di Montelfi. Problemi risolti invece a Le Valli (non potabilità di 2 giorni) e piazza Capanni (perdita), così come in via Petrarca a Figline, dove nella serata di ieri si è concluso un importante intervento su una delle tubazioni principali della città.

“Queste assemblee per noi sono davvero importanti – ha spiegato il presidente Filippo Vannoni -, assieme ai cittadini possiamo migliorare il servizio trovando soluzioni definitive ai loro problemi”.

Nel corso dell’assemblea si è parlato anche delle modalità di comunicazione dei guasti da parte di Publiacqua e delle procedure di ripristino delle strade a seguito di interventi sulle tubazioni.

“Ringrazio il presidente Vannoni e i tecnici di Publiacqua per aver partecipato a questa assemblea – ha commentato la sindaca Giulia Mugnai -, sicuramente dovrà essere ripetuta anche in altre zone delle città per permettere a tutti di fornire al gestore informazioni preziose sui principali problemi della nostra rete idrica. I cittadini hanno un ruolo attivo sul monitoraggio del territorio e con loro vogliamo stringere una vera e propria alleanza per curare al meglio la nostra città attraverso un nuovo metodo di segnalazioni su cui stiamo lavorando, ma anche mediante una collaborazione ed un rapporto di fiducia che vanno rinnovati”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »