energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Puliamo il Mondo” di Legambiente, grandi numeri dalla Toscana Cronaca

Firenze – In totale sono stati 116 i comuni partecipanti sui 280 comuni toscani. Firenze (con 23 comuni su 44, 52%), Prato (6 comuni su 7, 85%), Livorno (60%, 12 comuni su 20), Siena (50%, 18 comuni su 36) e Pistoia (10 comuni su 22, 45%) si sono confermate province capofila. Ampia la partecipazione anche nella province di Pisa (18 comuni su 39, 46%). Seguono le province di Arezzo (23%,9 comuni su 39), di Grosseto (7comuni su 28, 25%), di Lucca (31%, 11 comuni su 35) e Massa Carrara, dove solo tre comuni su 17 (18%) hanno dichiarato la loro adesione. A questi, si devono aggiungere i circoli di Legambiente, gli istituti scolastici ed alcune aziende come Ascit S.p.A. o Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord. Oltre alla partecipazione dei comuni che, nonostante la crisi economica, posizionano la Toscana tra le prime regioni in Italia per numero di adesioni, sono state moltissime le classi di ragazzi delle scuole primarie e secondarie che hanno preso parte alle attività promosse dalla campagna di Legambiente. Sono state ripulite oltre  200 aree disseminate in tutto il territorio regionale con la partecipazione di quasi 10 mila volontari in tutta la Toscana.

Nella tre giorni di Puliamo il Mondo, ma anche nei giorni precedenti, cittadini, associazioni, studenti ed aziende, muniti di guanti e ramazza, in oltre 200 località dislocate in 116 comuni hanno liberato strade, piazze, parchi e litorali da ogni genere di rifiuti abbandonati e rottami, restituendo agli spazi urbani e alle aree verdi ordine, decoro e bellezza. Tra i rifiuti raccolti tanti oggetti di plastica, ma anche cartacce, bottiglie, rottami di ogni tipo. Giunta alla 23esima edizione, Puliamo il Mondo è un appello alla socialità, all’attivismo, al senso civico e alla collaborazione, ma anche alla bellezza, che deve tornare a essere il tratto distintivo delle nostre città e del territorio toscano.

 

“Liberiamo dai rifiuti e dall’indifferenza i centri storici e le periferie delle nostre città. Con questo intento, si è svolta la XXIII edizione di Puliamo il Mondo perché viviamo in città straordinarie, ricche di bellezza, storia, tradizioni, e liberarle dai rifiuti è un piccolo gesto che, se fatto da molti, può avere un grande peso e farci anche apprezzare con maggiore consapevolezza il tesoro di cui siamo custodi – ha ribadito Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente  Toscana – Il filo conduttore della campagna in questa edizione è stato l’ambientalismo sociale, la partecipazione, l’accoglienza e su questi temi infatti si sono svolte le principali iniziative, che hanno visto l’adesione straordinaria di moltissimi profughi e richiedenti asilo …”. 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »