energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pulizie negli ospedali pisani: si cerca un’alternativa ai licenziamenti Società, STAMP - Salute

Nella giornata di mercoledì 21 novembre l’assessore regionale al Diritto alla salute, Luigi Marroni, ha annunciato di fronte all’aula del Consiglio regionale della Toscana che la Regione chiederà la sospensione delle procedure di mobilità per i lavoratori della Sodexo e della Dussmann degli ospedali Cisanello e Santa Chiara di Pisa. Rispondendo presso l’aula di Palazzo Panciatichi ad una interrogazione di Monica Sgherri e Paolo Marini (FdS-Verdi), Marroni ha spiegato che le vicende delle due aziende che gestiscono le pulizie negli ospedali pisani sono legati alla legge sulla spending review, la quale prevede la riduzione del 5% degli importi (e delle connesse prestazioni) in relazione ai contratti in essere di appalto di servizi e fornitura di beni e servizi stipulati dalle aziende del servizio sanitario nazionale. La Regione, ha proseguito l’assessore regionale, cercherà comunque di trovare una soluzione che non obblighi alla soluzione dei licenziamenti dei dipendenti delle due società di pulizia e sanificazione che hanno in appalto i due ospedali di Pisa. La spending review, ha infatti proseguito Marroni, non giustifica la riduzione del personale. Questo potrebbe portare a compromettere i livelli igienici sanitari e la qualità dei servizi erogati al Cisanello ed al Santa Chiara e, per questo, la Regione pensa di ricorrere alla riduzione della spesa mediante tagli su voci come le bibite gassate, le tipologie di posate e gli orari di apertura della mensa, salvaguardando così l’occupazione dei lavoratori di Sodexo e Dussmann. I licenziamenti annunciati sarebbero 74 su un totale di 371 dipendenti, ossia il 25% del totale. La legge sulla spending review prevede, in realtà, una riduzione del 5% del personale e, anche per questo, la commissione Emergenza occupazionale del Consiglio regionale ha valutato positivamente la proposta dell’assessore Marroni di cercare una soluzione alternativa a quella dei licenziamenti. I rappresentanti della Asl di Pisa e di Sodexo e Dussmann verranno perciò convocati in Regione per cercare una soluzione positiva alla vertenza.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »