energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Punto e virgola Rubriche

Razionalmente non amo certe dichiarazioni così categoriche, ma, confesso, intimamente mi piacerebbe poterne fare anche io che invece di certezze così bronzee non ne dispongo. E’ molto probabile che io, il punto e virgola, lo possa aver usato: con quale cognizione di causa poi lascerei perdere. A dire il vero ogni volta che scrivo un articolo ce lo vorrei anche mettere un bel punto e virgola, fosse solo perché non se ne estingua definitivamente la razza, ma è che non so bene dove diavolo metterlo. Più volte sono ricorso al buon vecchio Wikypedia per trovare la luce: “Il punto e virgola indica la fine del concetto espresso nella frase al cui termine si trova il segno di interpunzione in questione; tale concetto si ricollega alla più grande idea di cui tratta l'intero periodo. Il punto e virgola non indica perciò né la fine dell'idea generale (come farebbe il punto), né la continuazione del concetto minore (che costituisce il ruolo della virgola), ma qualcosa di intermedio tra queste due funzioni. Questo segno risulta perciò utile nei periodi lunghi e complessi, ricchi di ramificazioni difficili da controllare. Un uso collegato è quello, per esempio, all'interno di un inciso tra parentesi, dove è scorretto usare il punto”, chiaro no? In questa frase bella complicata vive un solo punto e virgola, ma se al suo posto ci fosse una virgola dove sarebbe lo scandalo? Insomma, per la miseria, i due punti servono in un monte di occasioni, la virgola non ne parliamo, il punto è tetragono, al contrario di quelli di sospensione che fanno suspance. Quello interrogativo lapalissianamente interroga, come del resto esclama quello esclamativo! Perfino la lineetta ha il suo bel ruolo stabilito e non ci piove sopra. In ambasce per la nostra (solo nostra?) incertezza sull’uso di questo importante segno di interpunzione non ci resta dentro la notte più cupa che il faro della lettera indirizzata alla malafemmina da Totò dettante e Peppino scrivente:
“Signorina
veniamo noi con questa mia addirvi una parola che scusate se sono poche ma settecento mila lire punto e virgola noi ci fanno specie che questanno c’è stato una grande morìa delle vacche come voi ben sapete punto e due punti questa moneta servono a che voi vi con l'insalata consolate dai dispiacere che avreta perché dovete lasciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimo di persona vi mandano questo [la scatola con i soldi] perché il giovanotto è studente che studia che si deve prendere una laura che deve tenere la testa al solito posto cioè sul collo punto punto e virgola punto punto e virgola
Salutandovi indistintamente i fratelli Caponi (che siamo noi)”.
Molti diverso tempo fa lo davano già per morto e sepolto il punto e virgola, senza che nessuno si stracciasse le vesti per questa probabile scomparsa. Poi, paradosso della storia, proprio la più moderna delle modernità arriva in soccorso all’ultimo momento come Superman o il Settimo Cavalleggeri e lo salva, non solo: lo rende indispensabile. Non vi ricordate? Provate un po’ a indirizzare una mail a più di un indirizzo della vostra mailing list? Col cavolo che vi riesce senza il punto e virgola, cari belli punto esclamativo punto e punto e virgola.

Gianni Caverni

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »