energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quando la compostezza genera entusiasmo: benvenuto a Firenze, Delio Sport

Per un momento, quando il filo del discorso di Corvino andava perdendosi nei meandri di una sintassi lievemente personale, si è avuta l’impressione che il tecnico di Rimini (nella foto Getty Images) potesse prendere la parola, ringraziare, e salutare prima di mettersi all’opera. Non sarà così, fortunatamente. L’ex allenatore di Lazio e Palermo è un professionista serio, e ieri nella conferenza stampa di presentazione lo si è capito dalle sue parole, intelligenti abbastanza da svicolare, ma non da smorzare, l’entusiasmo che i tifosi della Fiorentina gli stanno tributando, con tutta la fiducia che ripongono in lui. E come può essere altrimenti, dopo 48 partite di Sinisa Mihajlovic… Da cavaliere qual è, Rossi ha subito avuto parole al miele per il suo predecessore, che siamo certi, come si è augurato il neotecnico viola, si rialzerà. Poi è stato il turno dell’onestà, dopo i ringraziamenti di rito alla società. Delio Rossi non si è nascosto: “sono arrivato da mezz’ora… non posso esprimermi finchè non ho visto i ragazzi… se avessi già un’opinione sui Montolivo, sui Vargas, partirei con un pregiudizio…  una sfida, ma non posso fare promesse… prima del gioco devo ridare un’anima a questa squadra” e via discorrendo. Concetti, parole, che sanno di professionalità e, soprattutto, intelligenza. Rossi non si è nascosto dietro a un dito. Rossi ha fatto intendere che sa benissimo cosa oggi, quando inizierà il primo allenamento, si troverà di fronte: un gruppo da ricostruire, in difficoltà, che deve ritrovare fiducia nei propri mezzi e ricucire un rapporto con la tifoseria, stanca non solo dell’assenza del gioco, ma anche e soprattutto della svogliatezza con la quale troppe volte, quest’anno, i giocatori sono scesi in campo. Ridare un’anima, insomma, questo Rossi lo ha detto e proverà a farlo. Intanto l’entusiasmo dei supporter della Fiorentina fuori dalla sala stampa nel corso della sua presentazione e la bagarre dei giornalisti anche solo per fare la prima domanda, hanno fatto capire subito al nuovo condottiero viola cosa vuol dire scatenare sentimenti entusiastici nei fiorentini. Benvenuto a Firenze, Delio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »