energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quarantacinquenne passante aiuta la polizia a catturare un rapinatore a Firenze Cronaca

È stato un quarantacinquenne che passava dal luogo della rapina ad inseguire uno dei due malviventi e permettere alla polizia di arrestarlo. Intorno alle 20.30 di ieri, 17 marzo, il sessantaseienne titolare di una catena di negozi stava tornando a casa quando due persone gli si sono avvicinate e, dopo averlo picchiato, gli hanno strappato di mano una valigetta nella quale erano custoditi gli incassi della giornata dei suoi esercizi fiorentini. Nella valigetta, in tutto, erano contenuti 15.000 euro. Udendo le urla dell’uomo, il quarantacinquenne passante ha soccorso il malcapitato sessantaseienne e si è quindi gettato all’inseguimento dei due rapinatori per i Lungarni. Grazie al suo intervento le volanti della polizia di Firenze hanno fermato uno dei due fuggitivi, un fiorentino incensurato di 41 anni, in via Giotto, dove si nascondeva fra le auto in sosta. Al momento gli agenti sono ancora alla ricerca del suo complice, che è riuscito a far perdere le sue tracce. Nella giornata di venerdì 16 marzo, invece, un agente della polizia fiorentina ha smascherato un trentottenne napoletano che si era reso autore di alcune truffe. All’agente sotto copertura il trentottenne aveva proposto l’acquisto di un IPhone 4S da 32 Gb al prezzo di 300 euro (contro i 700 circa di valore commerciale). Quando, però, ha tentato di rifilare all’agente un pacco pieno di sale che custodiva sotto la sella del suo scooter, questo gli ha mostrato il distintivo. Al ventottenne non solo è stata notificata una denuncia, ma anche sequestrato il mezzo, che era sprovvisto di assicurazione. Nel pomeriggio di ieri, 17 marzo, le volanti hanno invece catturato un trentaduenne romeno che era stato condannato ad un anno ed otto mesi di carcere per un furto messo a segno nel 2006, e denunciato un libanese di 28 anni ed un tunisino di 43 anni per il furto di un ciclomotore. Il ventottenne libanese, avvistato dalle volanti della polizia, aveva tentato la fuga in sella allo scooter, ma a causa dell’alta velocità è caduto a terra in via delle Panche ed è stato arrestato. Il suo complice tunisino, invece, è stato arrestato all’interno di un bar.
Foto: http://www.jotv.tv

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »