energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Quarantaduenne romeno arrestato dalla polizia per maltrattamenti in famiglia a Firenze Notizie dalla toscana

Nella giornata di ieri, 11 aprile, l’operazione “Last Travel” condotta grazie all’azione congiunta della polizia di Empoli (Firenze) e della Squadra Mobile di Palermo ha portato all’individuazione dell’ultimo dei cinque componenti della banda di rapinatori che, fra il settembre del 2010 e l’aprile del 2011, ha messo a segno una serie di rapine in istituti bancari dell’Empolese (Empoli, Cerreto Guidi e Montespertoli). Si tratta di un cinquantasettenne palermitano che era, fra l’altro, già detenuto presso il carcere dell’Ucciardone di Palermo. In serata, invece, gli agenti delle volanti di Firenze sono intervenuti in via Santa Maria a Cintoia, nel quartiere dell’Isolotto, per sedare una lite familiare. Intorno alle 21.00 un quarantaduenne romeno completamente ubriaco ha aggredito la moglie di fronte al bambino di appena due anni. La donna è uscita sul pianerottolo ed ha chiesto aiuto ai vicini. Quando la polizia è giunta sul posto, ha tentato di calmare il quarantaduenne, che però ha colpito un agente con un calcio ed una testata. Successivamente immobilizzato di poliziotti, l’aggressore dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia, oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento dell’auto della polizia. Durante il tragitto verso la questura, infatti, si è talmente dimenato che, con un calcio, ha rotto l’impianto di condizionamento della volante. Durante la notte, poi, le volanti hanno fermato in via Borghi, nel quartiere di Rifredi, un’auto sospetta. Il veicolo è risultato essere un mezzo rubato lo scorso 14 febbraio di fronte ad una parrocchia di Sesto Fiorentino (Firenze) ed il quarantaquattrenne campano che vi era a bordo è stato condotto nel carcere di Sollicciano con l’accusa di ricettazione.

Foto: http://www.poliziadistato.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »