energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quarrata/Superati i limiti PM10, divieto di accendere fuochi all’aperto. My Stamp

QUARRATA_ Fino al 31 marzo 2012  in tutto il Comune di Quarrata sarà vietato accendere i fuochi all’aperto per bruciare sterpaglie, stralci di potature e altro materiale verde derivante dall’attività agricola e di qualsiasi altro residuo provenienti da altro materiale con l’eccezione dell’utilizzo del barbecue.
Lo prevede una ordinanza del sindaco Sabrina Sergio Gori adottata a seguito di una riunione del tavolo tecnico (formato da rappresentanti della Provincia, dei Comuni della piana pistoiese, di ARPAT e della ASL 3;) del “Disciplinare organizzativo per l’attività di coordinamento della piana pistoiese per la riduzione delle emissioni di PM 10 e la prevenzione dei fenomeni di inquinamento atmosferico nella provincia di Pistoia”.
E’ questo il primo immediato provvedimento firmato dal sindaco di Quarrata conseguente al superamento dei limiti per la qualità dell’aria.
Nella riunione svoltasi il 6 dicembre scorso a Pistoia sono state decise infatti le azioni da intraprendere congiuntamente a seguito del superamento del valore limiti del PM10 nelle stazioni di rilevamento di qualità dell’aria di Pistoia e Montale.

I sindaci dei Comuni della Piana (fonte: Il Tirreno)
In quella occasione i medici della Asl 3 presenti hanno espressamente ricordato “le conseguenze dannose per la salute per esposizione di PM10 a livelli superiori ai valori di riferimento normativo e la necessità di limitare e prevenire gli eccessi di emissioni di tale inquinante con provvedimenti di tipo contingibile".
Questo provvedimento- che sarà adottato anche nei comuni di Agliana , Montale, Serravalle Pistoiese e Pistoia, ritenuto congiunto-contingibile per il periodo invernale (in cui a causa delle condizioni climatiche e delle emissioni aggiuntive quali sono da ritenersi quelle degli impianti di riscaldamento che porta ad un aumento della produzione e diffusione delle polveri sottili) è volto ad eliminare  una delle fonti di inquinamento che più di altre si verifica nel territorio e si pone quindi come “un’azione contingibile-concreta di prevenzione sanitaria”.
Per chi viola l’ordinanza è prevista una sanzione amministrativa pecunaria che va da € 83,00 a € 500,00.
Il Comando della Polizia Municipale, unitamente agli altri Organi di Polizia, per quanto di competenza, sono stati incaricati dell'esecuzione della Ordinanza.
“I dati della qualità dell’aria rilevati dalle stazioni di monitoraggio ubicate nel territorio della piana pistoiese, formata dai comuni di Agliana, Montale, Pistoia, Quarrata, Serravalle Pistoiese e rappresentative delle condizioni di inquinamento atmosferico di detto territorio, dati controllati e validati dal dipartimento Provinciale di ARPAT di Pistoia- si legge nel testo dell’ordinanza- hanno evidenziato per quanto riguarda l’inquinante delle polveri sottili (PM10) un superamento, a partire dalle giornate di clima invernale, della media giornaliera di 50 μ/m3 in un numero di giorni che, per la centralina di Pistoia, pur non avendo raggiunto il limite massimo dei giorni consentiti, ha superato i 15 giorni e continua a mostrare il superamento e per la centralina di Montale ha già superato i giorni massimi nell’arco dell’anno indicati dalla normativa (n. 35)”.


a.b.


Read more: http://andreaballi.blogspot.com/2011/12/superati-i-limiti-pm10-divieto-di.html#ixzz1hy16tAQF

Print Friendly, PDF & Email

Translate »