energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quarta edizione del Salone dell’Arte e del Restauro a Firenze Notizie dalla toscana

Firenze – Dal 13 al 15 novembre 2014 si svolgerà a Firenze la quarta edizione del Salone dell’Arte e del Restauro, evento culturale di portata nazionale e internazionale, che conferma il ruolo leader dell’Italia – e del capoluogo toscano in particolare – nel settore della conservazione dei beni culturali. La nuova edizione si preannuncia infatti come vetrina privilegiata per mostrare le novità del settore, alcune delle quali di straordinaria importanza nell’ambito della tutela delle opere d’arte.

La manifestazione – che sarà presentata nella conferenza stampa di martedì 11 novembre, alle ore 12 in Palazzo Vecchio, a Firenze – si terrà negli spazi del Padiglione Cavaniglia della Fortezza da Basso e, a riprova della grande importanza dell’evento, la Segreteria Organizzativa (Associazione no Profit ISTUR CHT) e la Segreteria Commerciale (PLS Educational Spa) hanno recentemente delineato un incremento numerico rispetto alle edizioni passate: sono attese infatti 19mila presenze che potranno visitare gli stand e i pannelli di 160 espositori, compresi quelli dei più accreditati consorzi e associazioni operanti nel settore; saranno inoltre allestiti spazi per ospitare bookshop, case editrici specializzate, stand istituzionali, cinque sale convegni dedicate a oltre 100 eventi culturali, un talking corner, un’area formazione e un’altra per l’orientamento al lavoro e allo studio e, infine, spazi per gli incontri BtoB e per le mostre tematiche.

La consapevolezza che la tutela del patrimonio culturale, baluardo della memoria collettiva, rappresenti un impegno prima di tutto sociale, pone naturalmente al centro dell’attenzione le problematiche relative alle esigenze di conservazione dei beni culturali, costantemente esposti al rischio di degrado per cause naturali e non: il Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze tenterà di dare risposte concrete alle domande che emergeranno da questo scenario. Ciò avverrà attraverso la conferma di presenze autorevoli e nuove sinergie.

In particolare si rinnova la collaborazione con la Fondazione no profit Friends of Florence, grazie a cui viene proposta la seconda edizione del Premio Friends of Florence – Salone dell’Arte e del Restauro a favore di interventi di restauro, tutela e conservazione di beni culturali fiorentini, promossi e curati da ditte di restauro specializzate.

Inoltre, per l’edizione 2014 il Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze può contare nuovamente sulla prestigiosa presenza del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – che parteciperà con uno stand ufficiale e con un programma di eventi – e sull’eccellente patrocinio di Expo2015; allo stesso tempo il Salone accresce il suo carattere internazionale grazie alla partnership con la 18a Assemblea Generale Icomos (International Council on Monuments and Sites), che si svolgerà a Firenze dal 9 al 15 novembre – in contemporanea alle tre giornate della manifestazione del Salone – e in occasione della quale 1500 delegati internazionali si confronteranno sul tema “Heritage and Landescape as Human Values”.

Tra le novità più importanti, la quarta edizione del Salone vede l’organizzazione di incontri BtoB tra le aziende presenti all’evento e i delegati internazionali Icomos, allo scopo di promuovere il dialogo, condividere il proprio know-how e stimolare soluzioni per le esigenze del mercato dei beni culturali.

Garantito, inoltre, anche l’appeal espositivo del Salone con lo spazio mostre che vedrà, tra le altre novità, la presenza sia di importanti reperti etruschi e romani provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze, sia di opere d’arte contemporanea.

Il calendario degli appuntamenti è in continuo aggiornamento ed è consultabile sul sito web del Salone dell’Arte e del Restauro all’indirizzo: www.salonerestaurofirenze.org, nella sezione “Eventi”.

A cinque anni dal suo esordio, quindi, il Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze si conferma una rassegna culturale d’eccellenza nel panorama fieristico nazionale, capace di connettere sapere artigianale, tradizione, arte e tecnologia, e di sottolineare che tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali, se applicati nel rispetto delle regole, possono rappresentare uno dei motori di crescita economica e civile del nostro Paese.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »