energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quattro biancorossi al via dei Mondiali Under 23 Sport

Tutto pronto a Linz, in Austria, per l’edizione 2013 dei Mondiali Under 23. Un’edizione che vede tra i protagonisti, com’era noto da qualche settimana ormai, anche quattro portacolori della Società Canottieri “Firenze”, un tassello di quella colonia di biancorossi, ben diciotto, che in questa stagione vestiranno la maglia azzurra. Nella kermesse iridata Under 23 c’è attesa per le prestazioni dei quattro fiorentini in gioco. Beatrice Arcangiolini, al primo anno nella categoria sarà in gara nel due senza femminile con la comasca Gaia Marzari. Una barca dal quale il Commissario Tecnico dell’intero settore rosa, Claudio Romagnoli, si attende molto. E lecitamente, dopo il quinto posto che le due ragazze hanno ottenuto a maggio ai Campionati d’Europa Assoluti di Siviglia. La barca tra l’altro non difetta di esperienza internazionale: Beatrice è al terzo Mondiale dopo i due da Junior (bronzo iridato sull’otto femminile l’anno scorso) e fa parte del giro Senior già da un paio di anni, mentre la compagna Gaia, di due anni più grande (classe ’94 la fiorentina, classe ’92 lei), è anch’essa al terzo Mondiale ma conosce già il mondo delle Under 23, essendo giunta seconda nel 2012 sul quattro senza.

Tre invece i maschi convocati dal responsabile della Nazionale Under 23, Spartaco Barbo: Bernardo Nannini, Stefano Oppo e Pietro Zileri. Per loro, come per Beatrice, si tratta del primo impegno iridato nella categoria, ma esattamente come per Beatrice, non mancano di esperienza e risultati, e non vanno in Austria per fare numero. Nannini, 20 anni a ottobre, a Linz sarà in gara sulla barca prediletta, quell’otto che da Junior gli ha dato le soddisfazioni più grandi: l’oro iridato del 2011 che seguiva il bronzo conquistato l’anno precedente, quando prese anche parte – chiudendo decimo – ai Giochi Olimpici Giovanili di Singapore sul due senza. Oppo, classe 1994, sardo di Oristano e cresciuto nel club di casa prima di approdare l’anno scorso in biancorosso, gareggerà nel quattro senza Pesi Leggeri, barca prestigiosa su cui si è già cimentato con successo anche nella categoria principale con il dodicesimo posto alla Coppa del Mondo nella tappa di Lucerna, il tempio mondiale del canottaggio. Tre/quarti di questa imbarcazione, lui compreso, sono gli stessi che a Lucerna hanno dato del filo da torcere ai grandi, e un buon risultato a Linz per Oppo potrebbe significare addirittura un pass per i Mondiali Pesi Leggeri Assoluti in programma a settembre in Corea del Sud. Prima Linz però, su un armo che Stefano ben conosce: nel 2012 da Junior sul quattro senza è stato prima campione d’Europa e poi del Mondo. Infine Zileri, classe ’94 come Oppo, figlio d’arte – il padre Federico fu campione d’Italia e azzurro a livello Junior negli anni ’70 –  e maestro dell’otto: due titoli Mondiali Junior consecutivi, nel 2011 e 2012, prima del passaggio di categoria. Il battesimo tra gli Under 23 per Pietro è di quelli di fuoco: sarà in gara nel quattro senza, la Barca degli Dei, una delle regate più difficili in ogni competizione si vada ad affrontare. 

Il via alla rassegna iridata mercoledì pomeriggio con le prime batterie. Finali tra sabato pomeriggio e domenica mattina.

Nelle foto canottaggio.org i  Beatrice Arcangiolini (prima da sx)

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »