energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Quattro startup rispondono alle necessità dell’emergenza Economia, Innovazione

Firenze – Circuiti elettronici stampabili e utili nel settore biomedico, un supermercato online, un sistema di spesa recapitata da un professional shopper, una tecnologia per purificare l’aria dai virus. Sono questi i quattro progetti che sono stati presentati ieri sera all’evento, trasmesso in diretta YouTube per rispondere alle necessità dell’emergenza sanitaria in corso, organizzato da BAN, Firenze Business Angels Network, associazione senza scopo di lucro, formata da professionisti e imprenditori di diversi settori industriali che investe su  talenti e  idee innovative. 

Questo secondo incontro 2020 ha visto come ospite Mario Moroni, imprenditore digitale, startup mentor e speaker su m2o radio.

Si è presentata per prima all’eventodi BAN Saba Technology (www.sabatechnology.tech)azienda siciliana che tramite il suo sistema Easy Drop propone di recuperare acqua potabile dall’umidità dell’aria, utile soprattutto nelle zone che soffrono per la siccità e che in questa occasione ha presentato anche i suoi nuovi progetti dedicati alla purificazione dell’aria anche legati alla sanificazione degli ambienti da eventuali virus. 

Tra i protagonisti della serata anche la start up FLEEP Tech (www.fleeptech.com), azienda  di Milano che realizza circuiti e sistemi elettronici stampabili su ogni superficie per rendere flessibile e soprattutto riciclabile il futuro dell’elettronica. L’azienda è impegnata da sette anni nella ricerca in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia, gli ambiti di applicazione dei prodotti elettronici ideati sono principalmente il settore biomedico e il packaging. 

Tra i progetti utili a semplificare la vita delle persone soprattutto in questo periodo complesso legato alla necessità di stare a casa si inserisce anche Tulips (www.tulipsmarket.com), il supermercato online che gestisce tutta la filiera con consegne a domicilio tra Forlì e Cesena. “Offriamo un’esperienza di spesa migliore – ha spiegato Enrico Martini – ci distingue dalle altre realtà il fatto che operiamo indipendentemente dalla gdo e gestiamo la filiera dei prodotti freschi su una piccola area geografica”.

Presentato ieri infine anche il progetto MySpesa, una piattaforma che coinvolge il consumatore e il professional shopper: tramite una app si possono ordinare i prodotti dei supermercati in un raggio di 10-15 chilometri e ricevere i prodotti grazie a un mezzo elettrico refrigerato e attrezzato. Un sistema utile, spiegano da MySpesa, soprattutto per i piccoli Comuni dove vivono 10 milioni di persone. Il servizio è pensato quindi per borghi, campeggi zone marine e sarà proposto in un primo momento sulla costa toscana e sull’Isola d’Elba.

Tra le quattro start up quella che sarà più votata dai soci di BAN riceverà un investimento tramite OpenSeed.

La registrazione della serata si trova sul canale Youtube di BAN (https://www.youtube.com/channel/UCxlGVkJf9aAO4UlB45BFlvA)

L’evento di BAN ha avuto un risvolto benefico: il contributo dato dai partecipanti è andato ad aggiungersi alle risorse già messe a disposizione da BAN Firenze per i programmi Forza e Cuore (la campagna di raccolta fondi lanciata dalla ACF Fiorentina) e Amici di Firenze (raccolta fondi in favore della medicina d’urgenza di Firenze), due iniziative nate per sostenere l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus. 

 

Durante l’incontro sono intervenuti Alessandro Ferrari di ACF Fiorentina per la raccolta #ForzaECuore e Elisabetta Bardelli Ricci per la raccolta Amici di Firenze in favore di Amici del Pronto Soccorso Onlus.

L’associazione Firenze Business Angels Network (BAN Firenze), che ad oggi conta oltre cinquanta soci, in sei anni dalla sua costituzione ha realizzato tramite OpenSeed, startup innovativa e suo veicolo di investimento molte attività: tredici investimenti in startup innovative, ha collaborato alla creazione di tre nuove società, contribuito allo sviluppo di CleanBnB (azienda leader in Italia nel settore delle locazioni a breve termine) e Seed Money (specializzata in startup early stage che aiuta a crescere e in cui investe).

La regia dell’evento, trasmesso in remoto, ha coinvolto la sede di Murate Idea Park (Piazza Madonna della Neve n.8 , Firenze) che promuove un bando (valido fino al 3 maggio) per selezionare le idee innovative più promettenti (in particolare legate ai servizi tecnologici a supporto dell’artigianato e all’economia circolare) e incubarle in un percorso di formazione e mentoring: “Pensiamo che la ricerca di idee innovative non si possa fermare in questo periodo così complesso. Le startup italiane più promettenti possono dare un valido aiuto al territorio, soprattutto in una fase che richiede il massimo impegno di tutti per la rinascita dell’ecosistema economico – commenta Claudio Terrazzi, presidente MIP – ringraziamo per il suo lavoro l’associazione  Firenze Business Angels Network che è anche partner di Murate Idea Park nella call aperta ai progetti innovativi”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »