energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Raccolta rifiuti elettrici ed elettronici: la Toscana al 5,38 kg/abitante Ambiente

La raccolta di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), nel 2011 è cresciuta: quasi il 6% in più del 2010, con una raccolta media pro-capite di 4,3 kg per abitante. La regione più virtuosa in termini di raccolta pro-capite è la Valle d'Aosta, con 7,41 kg/ab, e quella più virtuosa in termini di quantitativi raccolti è la Lombardia, con 50.410.852 kg, regione che detiene il primato italiano dei centri di raccolta (805 centri). Nel centro Italia è la Toscana a primeggiare con 5,38 kg di Raee raccolti per abitante, mentre nelle altre regioni permane una scarsa raccolta media dei Raeee che si aggira intorno ai 3,69 kg/ab. Nel Lazio si registra addirittura un decremento di oltre il 15%. E' il Centro di Coordinamento Raee, nato cinque anni fa, che rende noti questi dati nel suo Rapporto 2011. Missione di questo centro è quella di  realizzare un sistema italiano di ritiro e trattamento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche in cui la raccolta raggiunga almeno 4 kg per abitante, come previsto dalla normativa europea.
Sono tre le tipologie di Raee raccolti, 1 su 3 appartiene al Raggruppamento R3 (tv e monitor), 1 su 4 a R1 (apparecchiature refrigeranti), 1 su 4 a R2 (grandi elettrodomestici) e 1 su 6 al Raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici e ICT). Incoraggiante l'incremento della raccolta delle sorgenti luminose (R5) con un più 20% nell'ultimo anno e quasi il 50% in più rispetto al 2009.

Con la nuova direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2011, entro il 2016 il 65% del in peso degli apparecchi elettrici ed elettronici che si trovano sul mercato dovrà essere recuperato. Per raggiungere questo obiettivo in Italia si dovrà raggiungere una media pro-capite pari a circa 10 kg/ab entro il 31.12.2016. Il che significa un aumento della raccolta pro capite di circa il doppio per la Toscana e le altre regioni del centro. Mentre per le regioni meridionali la corsa sarà più difficile. Nel Mezzogiorno infatti la raccolta pro-capite è inferiore alla media nazionale (2,80 kg/ab.), con due sole eccezioni: Sardegna e Sicilia. La prima ha raggiunto una raccolta nettamente al di sopra della media nazionale (5,68 kg/ab.), la seconda nel giro di tre anni è passata dalle ultime posizioni della classifica nazionale ad essere la regione più virtuosa del Sud.

Foto www.newmessage.it
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »