energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Raccolta differenziata, Ecodem: “Strategico il sistema porta a porta” Ambiente

La Toscana non può che essere molto soddisfatta dei risultati raggiunti al concorso nazionale "Comuni ricicloni 2012" di Legambiente, le cui premiazioni si sono svolte ieri a Roma. Sono 9 le realtà comunali toscane premiate complessivamente dall'iniziativa: Montelupo Fiorentino, Cerreto Guidi, Montespertoli, Fucecchio, Serravalle Pistoiese, Vinci, Capraia e Limite, Lamporecchio, Larciano, territori dove il servizio di raccolta differenziata "porta  a porta"  è gestito da Publiambiente.  Il gestore che opera il porta a porta anche nei comuni di Castelfiorentino,  Certaldo, Empoli , Montaione e Gambassi Terme, sta organizzando il servizio anche alle porte di casa dei cittadini di  Monsummano Terme e Lastra a Signa.
«Un en-plein  – ha dichiarato Piero Baronti portavoce degli Ecologisti Democratici Toscana – che fa onore alla Toscana, ma che non può essere un punto d'arrivo: questo risultato deve diventare la piattaforma da cui partire per fare un vero salto di qualità in tutti i campi delle politiche di sostenibilità».  (10 luglio Comuni ricicloni: 9 in Toscana. Montelupo vincitore assoluto del Centro)

Grazie al sistema efficiente di raccolta alla porta di casa degli utenti e all'impegno dei cittadini virtuosi, il territorio della Toscana ha raggiunto percentuali di raccolte differenziate che oscillano tra l’85% e il 92%. Questo sistema permette, non solo di superare l’obiettivo di differenziazione stabilito dalla legge nazionale (65%, soglia per accedere al concorso Comuni Ricicloni), ma di contribuire allo sviluppo di un settore, quello del riciclo die materiali, che ancora oggi fatica ad emergere.

«Il sistema porta a porta – dichiara Paolo Regini presidente di Publiambiente –  ha permesso di raggiungere una raccolta differenziata di qualità, finalizzata all’effettivo riciclo ed allo sviluppo di un sistema produttivo capace di valorizzare i materiali raccolti. La nostra eegione conta già delle esperienze significative in questo settore su cui, senza dubbio, è necessario continuare ad investire».

Anche Fabio Barsottini, portavoce degli Ecologisti Democratici dell’Empolese Valdelsa, dichiara: «Siamo soddisfatti del risultato ottenuto dai nostri Comuni, che è stato raggiunto grazie all’ottimo lavoro di Publiambiente ed all’impegno dei cittadini. Questo – continua ancora Barsottini – ci dà la speranza concreta che nella nostra zona si possa sviluppare quell’industria verde, che ci permetterà di essere tra i territori trainanti del settore green».

Foto www.iltirreno.gelocal.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »