energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Raccolta differenziata, Rufina al 94%: ora “tariffazione puntuale” Ambiente, Cronaca

Rufina (Firenze) – Un vero campione. Il comune della Valdisieve, Rufina, si colloca al top della classifica della raccolta differenziata con una percentuale che spicca in ambito regionale ma anche nazionale ed europeo: il 94% dei rifiuti sono “differenziati”. Un trend che, ai rilevamenti dello scorso maggio, si conferma interamente anche nel corso del 2016. Una percentuale realizzata grazie ad una sinergia tra amministrazione e gestore di igiene urbana, che nasce da lontano, e soprattutto dall’impegno e dalla consapevolezza di tutti i cittadini.

Rufina è stata,  nell’area dove opera AER Spa, il comune capofila nella sperimentazione delle raccolte differenziate ormai nel lontano 2007, con l’introduzione del sistema di raccolta porta a porta dei rifiuti per le principali tipologie di raccolte. Negli anni l’impegno di tutti ha dato i suoi risultati; dal 49% del 2007 le raccolte differenziate nel Comune sono arrivate ad una % del 70 nel 2015. La crescita ed i positivi andamenti hanno spinto l’amministrazione ad accettare una nuova scommessa: quella della tariffazione puntuale. 

Il progetto si propone di offrire nuovi obiettivi agli utenti, che furono a suo tempo motivati fortemente anche dalla necessità di rendere inutile il termovalorizzatore di Selvapiana che sarebbe dovuto sorgere nell’area. Obiettivo raggiunto alla grande, con un impegno da parte della cittadinanza che ora deve far e i conti con un fisiologico calo di tensione. 

Ed ecco che l’amministrazione rilancia: dal gennaio del 2016 infatti il sistema attivato dall’amministrazione in collaborazione con AER,   prevede che il conferimento dei rifiuti indifferenziati sia controllato e conteggiato ai fini della fatturazione, nella parte variabile della tariffa di igiene urbana.

Il controllo del conferimento dell’indifferenziato spinge chiaramente gli utenti a differenziare sempre meglio e con attenzione tutte le altre raccolte. Nel corso del 2016 i circa 7.500 abitanti di Rufina hanno visto un’importante diminuzione dei rifiuti indifferenziati (quasi 90 tonnellate nel 2015 sono diventate 40 a maggio di quest’anno) accompagnata da una crescita delle raccolte differenziate, passate da 170 tonnellate a gennaio alle attuali 220. Nel primo trimestre 2016 il totale delle raccolte rifiuti è arrivato al 94%, con un evidente miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2015 in cui il dato era al 69%.

“In un’area come quella della Valdisieve dove i comportamenti virtuosi dei cittadini sembrano essere una costante, come Amministrazione Comunale siamo davvero soddisfatti dei risultati raggiunti – questo il primo commento dell’assessore all’ambiente del Comune di Rufina, Antonio Calonaci-  abbiamo scommesso sulla raccolta porta a porta a suo tempo, ottenendo risultati buoni, incoraggianti, ed ora con questa nuova sfida stiamo raccogliendo conferme. La collaborazione tra amministrazione, azienda ed utenti sta davvero funzionando. Dobbiamo mettere in conto il fisiologico calo del periodo estivo, ma la strada intrapresa è quella giusta. Finalmente riusciremo anche a rendere tangibile il ‘grazie’ ai cittadini che ogni giorno si impegnano nel rispetto dell’ambiente”. 

Foto: www.aerspa.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »