energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Radicondoli, percorsi da favola per chi ama la bici Breaking news, Turismo

Radicondoli (Siena) – Il percorso ad anello nel Bosco della Selva, oppure il giro del Castello di Falsini, il Belforte travel fino ad arrivare a San Galgano. Sono già sul sito internet del Comune di Radicondoli all’indirizzo www.comune.radicondoli.siena.it/Main.aspx?ID=892 i nuovi percorsi bike promossi dall’amministrazione comunale di Radicondoli insieme ai ciclisti radicondolesi e belfortini. Si tratta di escursioni sia a piedi che con mezzi come la bicicletta, sia su strada che su sterrato e gravel, anche per mountain bike e e-bike.

“Siamo arrivati pure a questo traguardo – fa notare il sindaco Francesco Guarguaglini – Oltre ai progetti di cui facciamo parte, abbiamo sentito la necessità di creare ulteriori percorsi per bike sul nostro territorio. Per far questo abbiamo chiesto aiuto alla comunità, in particolare ai ciclisti radicondolesi e belfortini, che conoscono profondamente il territorio e ringrazio. Tutto questo per organizzare un’offerta più facilmente fruibile. Chi vorrà scegliere di venire qui a pedalare, vedrà ricompensato l’impegno dalla bellezza in mezzo alla quale pedala o cammina”.

In bici

Tutti i percorsi in bici sono tracciati sulla piattaforma Openrunner. Partiamo da La Selva Gravel, un percorso pensato per mountain bike che rende possibile fare un anello misto di strada e sterrato, passando chiaramente nel Bosco della Selva. La difficoltà è medio-bassa, si tratta di un percorso turistico dove non mancano salite. Il link su openrunner è www.openrunner.com/r/10914179.

Per chi ama castelli e strutture storiche c’è il Giro Castello di Falsini, sempre per mountain bike. Anche in questo caso è un anello su sterrato che passa nei pressi del Castello di Falsini. La difficoltà in questo caso cresce e diventa media. Ma anche in questo caso si tratta di un percorso turistico con delle salite.  Il link su openrunner è www.openrunner.com/r/10810681.

Per chi vuole andare per borghi e serre, l’anello Belforte-Travale risponde perfettamente alle aspettative. Si tratta di un percorso di difficoltà medio-bassa, su strada e sterrato di circa 24 chilometri e mezzo. Percorrendo questa via si attraversa il borgo di Belforte e borgo di Travale ma anche la Centrale geotermica di Pianacce, le Serre Parvus Flor (visitabili su appuntamento.) Anche in questo caso c’è il link su openrunner www.openrunner.com/r/12571221.

Viaggiando con la bici si arriva a San Galgano partendo da Radicondoli in un percorso completamente su strada di circa 64 chilometri e mezzo. La difficoltà in questo caso è media. Si visitano l’Abbazia di San Galgano, l’Abbazia di Montesiepi, il borgo di Frassini, il borgo di Montalcinello, il borgo di Montieri e, volendo fare una variante, anche il borgo di Chiusdino. C’è la possibilità di prendere acqua o ristorarsi a Montieri, Montalcinello e Chiusdino. Anche in questo caso non manca il link su openrunner che è www.openrunner.com/r/12578974.

Per gli appassionati di energie rinnovabili c’è pure il Giro della Geotermia, percorso completamente su strada di circa 52 km e difficoltà medio-alta. In questo caso si attraversa il borgo di Montecastelli, il borgo di San Dalmazio, il borgo di Montecerboli, il borgo di Castelnuovo Val di Cecina passando anche presso gli impianti geotermici di Larderello. Acqua e ristoro si fanno a Montecastelli, San Dalmazio, Montecerboli, Castelnuovo Val di Cecina. Il link su openrunner è www.openrunner.com/r/12582909.

Infine c’è il Giro delle Tre Province, ovvero il Giro dell’innesto, un percorso su strada di 76 chilometri circa e difficoltà medio alta. In questo caso si attraversano il borgo di Gerfalco, Montieri, Castelnuovo Val di Cecina. C’è la possibilità di fermarsi a fare il bagno sul fiume Cecina mentre acqua e possibilità di ristoro ci sono a Montieri e Castelnuovo Val di Cecina. Su openrunner il link è www.openrunner.com/r/12582916.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »