energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Radio Italia-Cina, la voce del futuro arriva da Prato Cronaca, Società

Prato – Non poteva che nascere a Prato, terza città d’Europa per numero di cittadini cinesi, la prima radio sino italiana d’Italia. Radio Italia Cina, questo il nome della nuova web radio, inizierà le trasmissioni da lunedì 14 marzo, con programmi curati e condotti sia da speaker italiani che cinesi.

Gli obiettivi dichiarati della nuova radio, interagire e sperimentare, saranno declinati in chiave multiculturale e multilinguistica: “Vivendo in una città come Prato, ormai multietnica– spiega Andrea Franceschini, ideatore del progetto radiofonico e direttore artistico di Radio Italia Cina- abbiamo ritenuto doveroso da cittadini, e da esperti di radio, mettere a disposizione il mezzo radiofonico per creare un anello di collegamento tra gli italiani e la comunità cinese”.

Il palinsesto di Radio Italia Cina prevede infatti programmi sia in italiano sia in cinese, con particolare attenzione all’informazione, locale e internazionale, in entrambe le lingue. E poi musica, per i più giovani e non, e programmi d’approfondimento che cercano di indagare il rapporto complesso, e spesso difficile, tra italiani e cinesi, ma anche tra cinesi di prima e seconda generazione.

Tra questi, “Viaggio in Occidente”, programma dedicato ai giovani ragazzi dagli occhi a mandorla, la maggior parte dei quali nati in Italia, che raccontano le loro esperienze in bilico perenne tra cultura occidentale e quella orientale, tra le vecchie tradizioni cinesi ereditate dai genitori e le nuove, acquisite vivendo nel nostro Paese“Sono ragazzi e ragazze che hanno dovuto affrontare, e stanno affrontando, un lungo e difficile cammino di definizione della propria personalità, ma che rappresentano al meglio la ricchezza che porta sempre con sé l’integrazione e la coabitazione tra culture diverse-  spiega Sara Capolungo, la giornalista conduttrice del programma- Sono ragazzi che studiano nelle scuole e nelle università italiane, e che all’inizio del loro percorso scolastico soffrono molto per le evidenti differenze linguistiche e di abitudini, ma che quasi sempre riescono a crearsi una buona rete di relazioni e amicizie italiane, e non solo. Che lo si voglia o no, sono loro il nostro futuro”.

radio cina 2

D’altra parte Prato ha dovuto, anche suo malgrado, fare i conti con un profondo cambiamento sociale, demografico ed economico. “Sono oltre vent’anni che la comunità cinese è presente in città,- aggiunge Marco Monzali, presidente di Radio Gas, storica web radio pratese, dagli studi della quale trasmetterà anche Radio Italia Cina- una comunità composta da più di 30mila persone, che costituiscono di fatto una piccola cittadina”. Ed è proprio pensando a questi numeri, che è nata l’idea della radio: “ Abbiamo capito quanto fosse necessario creare un ponte comunicativo con la comunità cinese– prosegue Monzali- che rappresenta ormai una massa critica di fruitori sia d’informazione sia di divertimento”.

E così la nascita di Radio Italia Cina vuole rappresentare una conferma del rinnovato clima di distensione sociale tra la comunità italiana e cinese, scoccata con la festa delle luci: “A metà dello scorso febbraio, con la festa delle luci- conclude Monzali- abbiamo assistito ad un’inversione di rotta per tutta la città. Per la prima volta, italiani e cinesi insieme, si sono ritrovati a festeggiare per le strade, uno accanto all’altro. Possiamo dire che ormai Prato ha una festa in più da onorare”. A confermarlo anche la collaborazione tra la radio e l’associazione Il Cervo Bianco: “ Siamo cinesi, sì, ma ci sentiamo anche pratesi. E amiamo questa città. Attraverso il mezzo radiofonico– precisa il portavoce dell’associazione- vogliamo veicolare l’idea di una convivenza armoniosa, di condivisione e di rispetto della legalità”. Un primo passo importante, insomma, verso la vera integrazione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »