energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ragazzi più sicuri in treno e stazione Notizie dalla toscana

Sono 30 gli istituti superiori della Toscana che hanno ricevuto oggi un diploma di riconoscimento e un premio in denaro di 10.000 euro ciascuno per i migliori lavori sulla sicurezza ferroviaria. Si è concluso così il primo concorso “Prima…vera educazione ferroviaria 2012”, bandito per sensibilizzare i giovani sul tema della sicurezza in ambito ferroviario, ideato e sostenuto economicamente dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie, in sinergia con l’Ufficio regionale scolastico e il Compartimento della Polizia Ferroviaria Toscana. La cerimonia di premiazione si è svolta stamani a palazzo Medici Riccardi alla presenza del prefetto Luigi Varratta.  Il concorso, rivolto agli istituti scolastici superiori della regione Toscana – un bacino di 175 scuole per circa 150.000 ragazzi -, prevedeva che gli studenti si esprimessero liberamente sull’argomento con elaborati di vario tipo: video, poster, chat, composizioni grafiche, progetti tecnici, reportage/interviste.

Sui binari ogni anno perdono la vita molte persone a causa di comportamenti dovuti a distrazione, imprudenza o negligenza, come l’attraversamento di passaggi a livello chiusi, il superamento della linea gialla o perché salgono e scendono dal treno già in corsa. “L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria, preposta a compiti di prevenzione sia in termini di regolamentazione che di certificazioni e controlli – ha spiegato Alberto Chiovelli, direttore dell’Agenzia – si è sentita disarmata davanti a un fenomeno che coinvolge anche fasce d’età giovanili. Perciò ha lanciato questa iniziativa di sensibilizzazione, rivolta ai ragazzi, per l’uso proprio, corretto e consapevole del mezzo ferroviario”.

L’incontro ha fornito l’occasione per parlare con gli studenti della sicurezza a tutto tondo, non solo quella ferroviaria, e di comportamenti improntati al rispetto delle regole, alla responsabilità e alla consapevolezza . “La sicurezza è un valore  – ha sottolineato il prefetto Luigi Varratta rivolgendosi agli oltre 200 ragazzi presenti in sala – che vi deve accompagnare in ogni momento della vostra vita: per strada, a scuola, in casa, nei luoghi di lavoro. Quello che conta di questo progetto è il suo messaggio: la sicurezza è un bene primario su cui si basa lo sviluppo e la crescita di una comunità e di un territorio”.

Al concorso hanno partecipato 67 scuole, i cui lavori sono stati selezionati da una commissione formata da rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, della Polizia Ferroviaria, della Prefettura, dell’Associazione dei genitori e della Consulta giovanile. Sono stati premiati due istituti di Arezzo, uno di Firenze città, due di Firenze hinterland, quattro di Firenze Valdelsa, cinque di Livorno, tre di Pisa, cinque di Pistoia, quattro di Prato e quattro di Siena.

“Il progetto ha trovato – ha commentato Angela Palamone, direttore generale Ufficio Scolastico Regionale Toscana – un suo autonomo ed autorevole spazio all’interno delle finalità educative e dei programmi formativi degli Istituti scolastici superiori”. "L'iniziativa ha contribuito ad avvicinare le istituzioni ai giovani cittadini – ha fatto notare Vincenzo Spinosi, Dirigente Compartimento Polizia Ferroviaria Toscana – aiutandoli a maturare la consapevolezza nel corretto utilizzo del mezzo ferroviario e, più in generale, nella declinazione del civismo e della tutela individuale".

I video più significativi saranno a disposizione di istituzioni, aziende e associazioni interessati alla divulgazione dei temi sulla sicurezza ferroviaria.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »