energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Rare icone russe in Battistero Cultura

L’anno ancora in corso è stato dedicato ai rapporti Italia-Russia, e si conclude con uno scambio vivificante di raffinate opere d’arte: tre immagini sacre di arte bizantina che sono esposte in Battistero fino a marzo, in cambio di due capolavori giotteschi, che sono trasmigrati nella importante Galleria Statale Tretyakov di Mosca. Il progetto è partito dalla Fondazione Scienze Religiose Giovanni XXIII di Bologna, il cui segretario, professor Alberto Melloni, molto si è prodigato per il buon esito dell’iniziativa, chiamata “In Christo/Bo Xructe”. “La collaborazione di monsignor Betori è stata fondamentale, ha spiegato Melloni, ed ora è possibile che in occidente si vedano queste icone in un luogo di culto, come il Battistero, così che tutte le altre comunità ortodosse stanziate in Italia, come la moldava o l’ucraina, possano venire a celebrarle. Queste immagini rappresentano un segno di accoglienza”. Chiese diverse, la nostra e l’ortodossa, ma non divise, quindi. Le tre immagini, luminose coi loro tipici fondi oro, rappresentano la Madre di Dio Odigitria, della fine del XIII secolo, l’Ascensione, dove risaltano il blu e il porpora, a opera del santo monaco Andrej Rublev, e la Crocifissione, di mano di Dionisij e datata 1500. Ognuna delle icone ha caratteristiche molto rare e speciali che le discostano dal tradizionale modello iconografico, e che soltanto un occhio attento e aduso alla ieraticità e al simbolismo di queste composizioni può cogliere. Ad esempio, ci viene fatto notare, la posizione del Cristo in croce, col volto direzionato verso la Madonna addolorata che lo guarda dal basso, e il dettaglio della grotta scura ai piedi della croce medesima, che rappresenterebbe la tomba di Adamo. Non da meno sono il Polittico di Santa Reparata e la Maestà di San Giorgio alla Costa di Giotto e la sua scuola, che riscuoteranno di certo altrettanta ammirazione a Mosca.
Orari ostensione Battistero di Firenze:
dal lunedì al sabato: 12 – 19
domenica e primo sabato del mese 8.30 – 14 (l’accesso è consentito fino a 30 minuti prima della chiusura). Ingresso 5 euro

icona_battisteroST2.png

Print Friendly, PDF & Email

Translate »