energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Rari nantes: via al riordino degli impianti Politica

"E’ stato un incontro necessario e molto utile. Abbiamo sgombrato il campo dalla comune e principale preoccupazione che riguarda il possibile rischio idraulico per Firenze provocato dalla presenza degli impianti della Rari Nantes. Grazie all'acquisizione di elementi nuovi, l'ultimo aggiornamento del Pai (Piano di assetto idrogeologico del fiume Arno nel tratto fiorentino, strumento sovraordinato a tutti gli altri per valutare la sicurezza dalle alluvioni), illustrato da Gaia Checcucci, segretaria dell'Autorità di Bacino dell’Arno, evidenzia infatti positivamente che la presenza della struttura sportiva non modifica la pericolosità complessiva del fiume.

Si avvia dunque un percorso istituzionale con Comune, Provincia, Regione e la stessa Autorità di Bacino che, con tempi certi e più brevi possibili, porterà a riordinare la presenza di tutte le attività sportive lungo il percorso urbano del fiume, attraverso una nuova pianificazione delle aree con soluzioni che prevederanno comunque il mantenimento lungo il fiume delle strutture sportive". Lo ha detto il Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D’Angelis al termine dell’incontro, da lui stesso convocato, a Roma presso il Ministero sulla vicenda della Rari Nantes Florentia al quale hanno partecipato, oltre ai tecnici e dirigenti del Ministero e di tutte le Istituzioni interessate,  il vice sindaco del Comune di Firenze Stefania Saccardi, il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci, il Segretario dell’Autorità di Bacino del Fiume Arno Gaia Checcucci, il dirigente del settore prevenzione e rischio idraulico e idrogeologico della Regione Toscana Giovanni Massini.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »