energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Ratto delle Sabine abbandonerà Piazza della Signoria Cultura

Firenze – Dopo undici di controlli sulla statua, il Ratto delle Sabine di Giambologna rischia di abbandonare la Loggia dei Lanzi. A suo tempo era stata l’ex soprintendente Cristina Acidini a chiedere di analizzare la statua per valutarne il deterioramento. E i risultati del monitoraggio non sono stati confortanti. Secondo gli esperti del Mibac, infatti, se il Ratto delle Sabine dovesse restare altro tempo sotto la loggia di Piazza della Signoria senza essere adeguatamente protetto, rischierebbe di deteriorarsi e rovinarsi.

Sarà il direttore generale della Soprintendenza fiorentina a dover decidere, di concerto con il ministro della Cultura, Dario Franceschini, la musealizzazione della scultura.

Una volta trovati i fondi per il restauro, la statua potrebbe venir spostata in una sala degli Uffizi, probabilmente una delle sale del piano terreno.

Sotto la Loggia dei Lanzi potrebbe essere posta una copia ed il costo totale dell’operazione potrebbe aggirarsi intorno ad un milione e mezzo di euro. Per questo la stessa Acidini ha chiesto che partner privati si facciano avanti per sovvenzionare l’oneroso restauro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »