energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Razzanelli: “Stop Tav, costruiamo 30mila alloggi popolari” Società

Il consigliere comunale Mario Razzanelli, capolista di Forza Italia nelle prossime amministrative, che nella storia dello sfratto della famiglia Jossefi è coinvolto in quanto riferimento della società Sirah che si è aggiudicata la casa dell'artigiano all'asta, risponde alla protesta di ieri che ha impedito l'esecuzione della forza pubblica: "Dario Nardella e Matteo Renzi dovrebbero interessarsi personalmente del Signor Andrea Iossefi e di sua  moglie Palmira. Sono loro che in questi anni non sono stati in grado di affrontare seriamente l’emergenza casa scaricando sui privati le loro incapacità".

In specifico sulla protesta in Via dei Pilastri:  "Dopo 13 anni di ricorsi e sentenze oggi (ieri, ndr) c’è stato l’ennesimo rinvio. Questa vicenda tra mancati affitti e spese legali, più l’IMU da pagare mi è costata 200.000 euro"commenta. 

La sua soluzione? Eccola: "Un Comune che si rispetti deve trovare le risorse per costruire  un numero sufficiente di alloggi popolari. Renzi, che ora è Premier, blocchi immediatamente la costruzione della Foster e dei tunnel sotto Firenze. Stiamo parlando di 4 miliardi. Questa sarà la mia battaglia per le amministrative: fermare la TAV e costruire 30.000 alloggi popolari".

Ma il sassolino, anzi la pietra dalla scarpa non riesce a non togliersela: "Il “Movimento per la Casa” anziché proporre una soluzione fattibile ha preferito inscenare una manifestazione non autorizzata per permettere a un occupante abusivo di non rispettare la legge e per impedire all'Ufficiale giudiziario di portare a termine il provvedimento – conclude la nota – il messaggio che oggi è stato dato alla città è fortemente negativo. Chi vuole  può occupare abusivamente una casa senza pagare l’affitto e restare impunito per anni".

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »