energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Record di ciclisti tesserati alla “Fosco Bessi” di Calenzano Sport

Firenze – Dal 3 al 6 gennaio primo mini raduno della squadra juniores della Ciclistica Fosco Bessi di Calenzano. I corridori si ritroveranno a Calenzano agli ordini del responsabile Saverio Metti; del direttore tecnico Riccardo Forconi e dei direttori sportivi Ivo Masi e Cristian Benenati. E sosterranno gli allenamento di gruppo sulle strade del Mugello.

La squadra è composta da Manuel Allori, Luca Squilloni, Pietro Sarti, Niccolò Ferri, Daniele Lasaponara, Alessio Barba, Stanislao Biondi, Dario Gattuso, Giulio Pacini, Geremia Piccioli, Tommaso Pifferi, Emilio Lozzi, Giovanni Pietrini, Francesco Romano.

E’ una squadra di attaccanti con Romano “numero uno” visto anche la sua prestazione agli europei; con il velocista Piccioli che sarà lanciato dai compagni negli arrivi in volata e su Ferri, corridore completo, quindi, in grado di imporsi nelle corse più severe ed impegnative.

La squadra debutterà l’8 marzo a San Giusto di Prato nella prima gara per juniores in Toscana organizzata dalla GS. Cipriani e Gestri.

Nella seconda parte del mese di gennaio saranno radunati anche i corridori della squadra allievi, esordienti e giovanissimi. Insomma la “Fosco Bessi”, in campo dal 1948 (tra i fondatori anche Don Milani a quei giorni parroco, appunto a Calenzano) è la società toscana, ma forse italiana, con il maggior numero di tesserati. Ma è presente in modo concreto anche nel campo organizzativo dal momento che nel 2015 metterà in campo ben sette corse (1 per juniores, 2 per allievi, 1 per esordienti e 3 per giovanissimi).

Insomma è davvero uno sforzo enorme per la società. Se infatti ai 17 juniores, ai 19 allievi, ai 13 esordienti ed ai 14 giovanissimi si aggiunge il gruppo dei cicloamatori si arriva a quota 110 tesserati. Un record assoluto. Certo richiederà un gravoso, continuo impegno sotto tutti i profili. Organizzativo ed economico. Ma il presidente Alvaro Belli – da 43 anni alla guida della società – ed ai suoi collaboratori sanno come pilotare un così affollato “esercito” di ciclisti.

Certo fa piacere pensare che nella cittadina in cui è nato Alfredo Martini (la casa natia si trova nel Borgo Il Molino) il ciclismo domina la scena. E proprio per ricordare nel tempo questo indimenticabile personaggio del mondo del ciclismo, scomparso nell’agosto scorso, il sindaco di Calenzano ha confermato che la pista ciclabile che verrà realizzata nel parco cittadino di Le Carpugnane sarà dedicata ad Alfredo Martini.

———————–

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »