energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Recuperare per innovare Ambiente, Innovazione, Turismo

Non si fermano i recuperi che il Comune di Pisa sta portando avanti in molti luoghi della città grazie ai Piuss, i fondi che comprendono finanziamenti di comunitari e comunali per investimenti a carattere urbanistico.
Dopo la partenza dei lavori a cinta muraria e bastioni, per i quali sono previsti notevoli benefici per turismo e ambiente, è la volta delle ex-Stallette. L’ottocentesco edificio, annesso ai Macelli pubblici, ospitava gli animali prima di essere macellati.
Questa mattina la presentazione in Comune con il sindaco Filippeschi, l’assessore ai Lavori pubblici Serfogli, l’architetto Alabiso e l’imprenditore Rota dell’omonima ditta di costruzioni.

Con questo ultimo cantiere si completa l’avvio di quegli interventi di recupero, già avviati nei mesi scorsi, che interessano l’area della Cittadella, ovvero gli Arsenali repubblicani e gli ex Vecchi macelli dove sorge già la ludoteca scientifica e il museo del calcolo.
Insieme a questi le ex Stallette andranno a formare la “Cittadella Galileiana”, un luogo adibito alla scienza che sarà uno dei riferimenti cittadini per l’innovazione con l’insediamento di 7 incubatori e acceleratori di impresa.
Anche nel caso di questi ultimi lavori sarà un’impresa pisana a condurre il cantiere, la ditta Rota specializzata nella ristrutturazione e conversione di antichi edifici in strutture all’avanguardia. Un modo questo che permette di tenere attivo il settore a livello locale.

Tra i criteri di recupero inoltre ci saranno quelli della sostenibilità ambientale. L’intera struttura infatti sarà biosostenibile ed alimentata in parte da una pensilina fotovoltaica; vi sorgeranno riscaldamenti a basso consumo e alto rendimento e sistemi di irrigazione per l’area a verde prevista che recupereranno l’acqua piovana. I lavori termineranno nell’autunno del 2014.
«Con quelli delle Stallette – ha detto Filippeschi – gli interventi già terminati o in corso di realizzazione salgono a 9: Corso Italia, Piazza dei Cavalieri, Oltre il muro, Cittadella Galileiana, Giardino Scotto, Arsenali Repubblicani, Mura, Percorsi turistici. Mentre inizieranno nel giro dei prossimi mesi quelli del Polo Scolastico di San Francesco, del Fabbricato di via Gioberti e del Centro Polivalente San Zeno».
«Una mole di lavori capace – ha concluso il Sindaco -, insieme agli altri interventi come quelli di Piazza Vittorio Emanuele, di disegnare la Pisa del futuro prossimo, nella quale turismo, cultura e imprese ad alta tecnologia rappresentano parte importante del  suo sviluppo. Voglio poi sottolineare il fatto che è una ditta Pisana ad essersi aggiudicata la gara, segno anch’esso della vitalità della nostra città».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »