energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Referendum costituzionale, è partita la “formazione” nel Pd Politica

Firenze – Il referendum costituzionale in programma nell’autunno prossimo mette in moto la “macchina” del Pd, che dà vita a un’attività interessante e innovativa, “formare i formatori”. Il secondo incontro di questa interessante iniziativa si terrà fra due giorni, il 26 febbraio a Pisa, dopo l’ottimo risultato che ha avuto il primo incontro avvenuto venerdì scorso al NilHotel a Firenze.

L’iniziativa consiste in un ciclo di seminari, tre per la precisione distribuiti nelle tre aree vaste, che vedranno in cattedra un costituzionalista mentre la platea è formata da  amministratori locali del Pd – dai sindaci ai consiglieri comunali e regionali – e dirigenti, a partire dai segretari di circolo.

Un esperimento che venerdì scorso ha riscosso grande successo: in cattedra il costituzionalista Carlo Fusaro, presenti il Vice Segretario Regionale Antonio Mazzeo, mentre la coordinatrice era  Maria Federica Giuliani, responsabile della segreteria per le riforme istituzionali del Pd. Le conclusioni, dopo un dibattito partecipato,  sono state tratte dal responsabile del forum sulle riforme costituzionali Daniele Caruso.

L’obiettivo dell’iniziativa è stato chiarito dal segretario regionale del Pd Dario Parrini, ed è quello di formare in anticipo e con scrupolo coloro che dovranno interloquire con i cittadini nella campagna referendaria per il Sì. Temi complessi, quelli della riforma costituzionale, che , come spiega il vicesegretario del Pd toscano Mazzeo, devono essere “tradotti” per essere portati “fra le persone”. Prossimi appuntamenti:  26 febbraio a Pisa e il 5 marzo a Siena.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »