energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Regata di windsurf nelle acque di Chiessi con i migliori campioni europei Sport

Il Campionato nazionale  di Formula Windsurfing 2012 – Memorial Davide Beverino si terrà nelle acque elbane di Chiessi dal 13 al 16 giugno prossimi. Oltre ai migliori atleti Italiani, vedremo gareggiare nelle nostre acque anche i miglior atleti europei. Saranno molti i 'giocatori' di casa elbani e toscani che cercheranno di sfruttare il 'fattore interno' da cui Alberto Menegatti, il forte atleta trentino campione in carica che si aggiudicò il titolo 2011 a Gallipoli, dovrà guardarsi. La splendida località ospiterà la manifestazione per la seconda volta, nel 2004 la precedente edizione e per la prima volta il campionato sarà associato ad una tappa di Eurocup, il circuito europeo della classe Formula Windsurfing International.
Chiessi è ormai una delle mete più famose e conosciute per la pratica del windsurf, specie del Formula, questo grazie hai suoi venti termici di media intensità.
Questa splendida località ospita ormai da più di 15 anni , regate formula e slalom, di tutti i livelli, dalle coppe Italia, ai campionati Italiani. Il vincitore del titolo 2012 si aggiudicherà anche il Memorial Davide Beverino, il campione romano scomparso tre anni fa alla vigilia del campionato italiano che doveva disputarsi nelle acque di Cagliari. E proprio in Sardegna e all’Isola d’Elba Davide era solito allenarsi e trascorrere lunghi periodi in compagnia degli amici di sempre. Per ricordarlo, il memorial si tiene alternativamente ogni anno in Sardegna e all’Isola d’Elba. 
Formula WINSURFING
Si tratta di una regata di flotta vera e propria, basata su più prove giornaliere ( max 4), gli atleti su sfidano su un percorso a bastone, quello usato anche in coppa America. Molto spettacolare la partenza, dove decine di tavola lanciate in planata lottano per aggiudicarsi la migliore posizione. Questa disciplina ha avuto molto successo in quanto grazie alle notevoli dimensioni delle tavole e delle vele vele, permettono di raggiungere la planata già a 8 nodi, limite di vento tra l’altro, consentito per disputare le regate. Gli atleti possono usare solamente una tavola, ma possono scegliere di usare in base all’intensità del vento, fino a tre vele e tre pinne differenti.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »