energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Regione: mozione sul carcere di Porto Azzurro Società

il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato all’unanimità la mozione, presentata a settembre dal consigliere regionale Paolo Marini (Federazione della Sinistra – Verdi), che chiede un impegno rapido e concreto per procedere con la ristrutturazione capillare del carcere di Porto Azzurro, all’isola d’Elba. “L’Istituto penale Forte San Giacomo versa in condizioni che hanno dell’incredibile – la denuncia è partita dal consigliere regionale Paolo Marini (Federazione della Sinistra – Verdi) dopo una visita alla struttura carceraria, nei mesi scorsi, insieme a una delegazione sindacale – tutte le sedi penitenziarie della Toscana sono in stato pessimo : strutture che cadono a pezzi, sovraffollate, con poco personale di sorveglianza. A Porto Azzurro accade che i reclusi vivano stipati nelle celle; in alcune sezioni del carcere a controllare alcune centinaia di detenuti ci sono non più di due unità di polizia penitenziaria, durante il giorno; l’approvvigionamento di acqua è difficile e questo crea problemi sul fronte sanitario e igienico”. “C’è bisogno che la struttura venga sottoposta a interventi urgenti e non rinviabili – spiega il consigliere regionale – per questo è necessario che venga chiusa e svuotata. Con il voto di oggi l’aula chiede alla giunta regionale di attivarsi al più presto per procedere ai lavori di ristrutturazione profonda di cui c’è bisogno, indispensabili per consentire condizioni di vita umane ai detenuti e condizioni di lavoro migliori a tutto il personale del carcere, amministrativo e di polizia giudiziaria”. La mozione è stata sottoscritta anche dai consiglieri Monica Sgherri (Fed. Sinistra – Verdi), Marco Ruggeri e Matteo Tortolini (Pd), Marta Gazzarri e Giuliano Fedeli (Idv).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »