energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Renzi ammette che potrebbe correre per le primarie del Pd Notizie dalla toscana

FIRENZE – Per la prima volta lo ha ammesso, e lo ha fatto in un’intervista rilasciata a Panorama: Matteo Renzi intende correre per le primarie del Partito Democratico. Il 28 ottobre si terrà a Firenze, probabilmente presso la Fortezza da Basso, la seconda riunione dei “rottamatori”, «Cento cose per l’Italia», ed il sindaco di Firenze non vuol farsi trovare impreparato. Dopo la rottura con il consigliere regionale lombardo, Filippo Civati, Renzi avrà al suo fianco un nuovo alleato, il trentasettenne ex Margherita Matteo Richetti, che è riuscito a far abolire il vitalizio dei consiglieri della Regione Emilia-Romagna ed azzerare, contro le resistenze dello stesso Pd, le auto blu della sua regione. Secondo indiscrezioni, Renzi avrebbe intenzione di lasciare Palazzo Vecchio soltanto per correre come premier. Anche la prospettiva di vederlo come ministro di un eventuale governo di centrosinistra pare da scartare. Fra i probabili punti forti che il “rottamatore” Renzi potrebbe esporre a «Cento cose per l’Italia» il sostegno all’allungamento dell’età pensionabile, la tassazione sugli investimenti in borsa, l’eliminazione delle province, la riduzione dei parlamentari e l’abolizione dei vitalizi per i politici. Ci vogliono idee chiare per vincere le elezioni, ammette Renzi, anche perché, nonostante Berlusconi si sia defilato, Angelino Alfano sarà un osso duro da battere.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »