energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Renzi: sull’aeroporto Rossi smetta di traccheggiare Politica

A tu per tu con l’economista e giornalista Oscar Giannino, il sindaco Matteo Renzi “occupa” buona parte della scena sul palco dell’auditorium del Palacongressi. Ad ascoltare il botta e risposta l’intera platea degli industriali di Firenze, riuniti per l’assemblea annuale. «Io non voto a Firenze, ma se lo facessi voterei Renzi- commenta poco dopo il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi – E’ veramente una persona che ha delle idee giuste e molte di esse corrispondono esattamente alle mie». Alla prima, inevitabile domanda sulle dimissioni dell’assessore al Bilancio Claudio Fantoni e l’annuncio (che sarà ufficializzato nel consiglio comunale di questo pomeriggio) dell'ingresso nella giunta di Alessandro Petretto (Bilancio) e di Sergio Givone (Cultura), Renzi replica deciso «L'idea che il sindaco faccia le giunte con i partiti è finita. La giunta la faccio io: se mi accorgo che c'è qualcosa che non va ho il dovere di cambiare. Bisogna uscire dalla logica tipica della prima Repubblica per cui ogni cambio di giunta è una crisi mondiale perché  bisogna parlare con i partiti. Fino all'ultimo giorno, se devo cambiare un assessore lo cambio» . Per quanto riguarda il suo futuro, Renzi ha detto di voler «fare il sindaco di Firenze,  ma mi agito perché il mio partito è ancora attrezzato su un modello novecentesco». Renzi ha anche ribadito di voler stare nel Pd. «Non c'è bisogno – ha detto –  dell'ennesimo che esce dal partito e fa il suo listino. Bisogna arrivare ad avere due schieramenti, destra e sinistra, che non si detestano e non si odiano. In questo quadro io sto dentro il partito e combatto la battaglia da dentro». Giannino ha posto poi la questione aeroporto, sollevata anche dal presidnete di Confindustria Firenze Simone Bettini. «Lo chiede all’interlocutore sbagliato –  risponde secco – E’ il governatore Rossi a dover decidere. Ed è ora che prenda una decisione sullo sviluppo dello scalo invece di traccheggiare sui giornali, come fa da tre anni. Non è un problema di goniometro: il problema è che se si vuol fare la pista si fa, se non si vuole fare vorrà dire che i fiorentini andranno a prendere l'aereo a Bologna, come è naturale che sia». 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »