energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Renzi: “Sulle Cascine mi gioco la ricandidatura” Cronaca

FIRENZE – Le Cascine in 48 punti, snocciolati uno ad uno dal sindaco Matteo Renzi nell’assemblea comunale di oggi nella Sala dei Dugento. Ben 48 interventi  per un investimento complessivo di 20  milioni di euro (già trovati) che disegnano il futuro del monumentale parco storico della città. «Le Cascine sono la sfida cruciale di questa amministrazione» ha spiegato Renzi, che promette: «Sul parco più bello del mondo mi gioco la ricandidatura». Premessa: nulla è definitivo e la giunta è  aperta a contributi e idee provenienti da Consiglio, associazioni e privati cittadini. Obiettivo: restituire il parco ai fiorentini, far sì che torni a vivere, anche se «non potremo accontentare tutti». Tre le parole d’ordine: Multifunzionalità, ovvero, per dirla alla Renzi, «farci stare dentro tutto».  Accessibilità, perché «è inutile fare un parco bellissimo se poi per arrivarci bisogna fare un Camel Trophy».  E via allora alla realizzazione di una serie di parcheggi, progetto che la giunta analizzerà in dettaglio nelle prossime settimane, più un’ulteriore passerella per collegare le Cascine al parco dell’Arginrosso e dare corpo alla visione delle “Grandi Cascine”. Sicurezza: scartata l’ipotesi delle cancellate perimetrali, il parco resta aperto, anche la notte, ma il sindaco promette: «sarà dotato di illuminazione e ci sarà maggiore presenza delle forze dell’ordine. E per presidiare la Ztl durante il giorno saranno realizzate  3 porte telematiche dotate di telecamere nei punti di accesso». Due i fiori all’occhiello del masterplan renziano: il centro visite ed il campo da golf da 18 buche da realizzare entro il 2013, «primo campo cittadino, per fare del golf uno sport popolare e non d’élite, come in America, ma dipenderà dalla possibilità di spostare il cementifico e altre sistemazioni del verde». Previsto anche uno spazio giochi per bambini da 0 a 6 anni e un investimento notevole, da 9 milioni di euro, per riportare in vita l’antico porto mediceo. Ma fin qui le idee del sindaco restano quelle di sempre, inserite nel programma dei 100 luoghi e più o meno note. La vera novità riguarda la governance. Troppi, secondo Renzi, i centri di gestione, dalle associazioni sportive alle associazioni no profit presenti nel Parco. «Il soggetto che detiene la gestione maggiore, per numero di addetti che lavorano all’interno delle Cascine, è il Quadrifoglio – spiega Renzi – In futuro la gestione sarà affidata ad una struttura pubblica unica, che potrà avere anche partecipazioni private, che gestirà insieme Cascine e Parco della Musica».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »