energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Resident Evil: Retribution – Ritorno alle origini Cinema

Nel precedente capitolo avevamo lasciato l'eroina della serie, Alice, a bordo della nave Arcadia alle prese con un corpo armato della Umbrella. Da qui prende il via il nuovo capitolo. Dopo essere stata fatta prigioniera e rinchiusa in una misteriosa struttura di ricerca sotto i ghiacci, Alice si vede obbligata ad allearsi con la sua nemesi Albert Wesker. Avrà così la possibilità di fuggire e provare a distruggere per sempre la minaccia della Umbrella Corporation finita in mano dell'intelligenza artificiale nota come La Regina Rossa. Ma non sarà sola ad affrontare questa, vecchi e nuovi compagni d'avventura si uniranno a lei nella lotta contro la Umbrella, ma anche vecchi nemici si metteranno sul suo cammino.

Ritorna la saga cinematografica più amata dai videogiocatori di tutto il mondo, quella di Resident Evil, creata dal regista Paul W.S. Anderson. Ispirata alla famosa serie di videogiochi della Capcom la saga ci ha fatto seguire l'attrice Milla Jovovich nella sua (quasi) eterna lotta contro la spietata corporazione Umbrella, colpevole della diffusione di un virus che trasforma le persone in zombie. Dopo due pellicole interessanti che riuscivano a mantenere stretti contatti con i videogiochi da cui si ispirava, la serie ha deviato dal percorso presentando due capitoli, il terzo e il quarto, alquanto deludenti in cui gli unici contatti con il suo passato videoludico erano i nomi dei personaggi e alcune creature.

Ecco finalmente che Paul W.S. Anderson ha deciso di abbassare il tiro per tornare indietro a quelle che erano le origini della saga, confezionando una pellicola che vuole intrattenere il suo pubblico rispettando quelle che sono le atmosfere del gioco.

Si torna così in una struttura di ricerca sotterranea come nel primo capitolo con però alcune ambientazioni cittadine che ricordano invece il secondo episodio rimarcando fortemente il legame con le prime due pellicole. E ancora vengono ripescati, grazie ad un riuscito escamotage, due attori morti nel primo episodio, il britannico Colin Salmon e la latina Michelle Rodriguez, che qui si divide in due ruoli molto differenti, da una parte quello classico di militare dal carattere duro e dall'altra quello di una studentessa spaesata che non ha mai toccato un'arma. Si tenta in tutti i modi di ritornare a quei fasti che hanno caratterizzato i primi episodi della serie e possiamo dire che da questo punto di vista l'operazione risulta un successo.

Paul W.S. Anderson ha le idee chiare e riesce a dirigere sempre con perizia e grande capacità le sue pellicole. Tutti gli scontri, gli inseguimenti e le scene d'azione in generale sono al cardiopalma e grazie ad un tripudio di effetti speciali “Resident Evil: Retribution”si presenta come un film tecnicamente ineccepibile che riesce a divertire il suo pubblico senza richiedere alcuno sforzo mentale. L'univo vero difetto di questa pellicola è quello di non riuscire a lasciare il segno nell'animo dello spettatore. Dopo un'ora e mezza di puro divertimento a base di sparatorie ed esplosioni si esce dalla sala cinematografica e si dimentica velocemente ciò che si è visto. Insomma il lavoro è come sempre ottimo eppure ci si poteva aspettare qualcosa in più dal quinto capitolo di una saga che non accenna a fermarsi, infatti è già in cantiere un sesto episodio. Se però siete amanti dell'azione, come anche della saga cinematografica, vi consigliamo assolutamente di andare a vedere questo film, sia per la presenza della bella Milla Jovovich che per l'assoluta scarica di adrenalina che la pellicola riesce a dare allo spettatore per tutta la sua durata.

Regia: Paul W.S. Anderson
Sceneggiatura:  Paul W.S. Anderson
Genere: Azione
Nazione: USA
Durata: 96'
Interpreti: Milla Jovovich, Michelle Rodriguez, Borid Kodjoe, Sienna Guillory, Aryana Engineer, Bingbing Li, Johann Urb, Kevin Durand, Mika Nakashima
Fotografia: Glen MacPherson
Montaggio: niven Howie
Produttore: Constantin Film International, Davis Films/Impact Pictures (RE5), Davis-Films, Impact Pictures

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »