energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Restauri pericolosi per la chiesa romanica di Marlia Cronaca

Un prezioso tesoro artistico minacciato dallo sbancamento del pianoro in cui si trova, con pericoli molto evidenti di una compromissione inarrestabile della stabilità della chiesa: si tratta della struttura romanica di San Giusto alla Caipira, a Marlia, nel territorio del comune di Capannori.
E una segnalazione urgentissima è partita da Italia Nostra di Lucca alla Procura della Repubblica, al Soprintendente e al sindaco del Comune di Capannori per segnalare il pericolo in cui giace l'antica e preziosa chiesa.

La piccola struttura, come sottolinea il presidente di Italia Nostra Lucca Roberto Mannocci nella segnalazione, è la più antica della Lucchesia e una delle più antiche della Toscana. Un vero capolavoro dell'arte romanica, interessata da tempo da lavori di restauro. La chiesa, di proprietà privata, è stata però interessata, secondo quanto si vede dalle testimonianze fotografiche fatte pervenire all'associazione di difesa del territorio da alcuni cittadini, da un enorme sbancamento dell'area su cui è costruita, sbancamento che interessa, come segnala Mannocci, anche il fianco sud della chiesa senza alcuna protezione.

Il pericolo che tali modalità di procedere apportano alla stabilità della piccola chiesa è evidente, spiega il presidente di Italia Nostra di Lucca, come si evince anche dall'apposizione di nuovi tiranti nell'angolo sud-ovest dove era presente da tempo "un evidente segnale di discontinuità fra le murature della facciata e del fianco". La richiesta dell'associazione è quella di procedere a un'immediata verifica a seguito della segnalazione da parte degli organi competenti, che dia conto della effettiva pericolosità dei lavori in atto per quanto riguarda la stabilità della chiesa e la sua conservazione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »