energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ricerca: la scuola IMT consulta tutta la comunità scientifica STAMP - Università

Lucca – Martedì  10 e mercoledì 11 la comunità scientifica della Scuola IMT al gran completo si riunirà nel campus di San Francesco per il primo Simposio della ricerca, evento che vede coinvolti tutti gli allievi, i ricercatori e i docenti di IMT, impegnati nella presentazione della loro attività di studio ai colleghi. La due giorni si concluderà mercoledì pomeriggio (alle 17 in Cappella Guinigi) con la cerimonia di consegna dei diplomi agli allievi che hanno concluso il loro percorso di studi negli ultimi 12 mesi.

Il simposio sarà un’occasione di confronto per la comunità scientifica della Scuola capace di condensare in tre mezze giornate di lavoro una preziosa panoramica sugli obiettivi perseguiti e sui traguardi raggiunti nei diversi ambiti di ricerca.
«Una sorta di vero e proprio ritiro, anche se non ci spostiamo dal nostro bellissimo Campus, due giornate per conoscere e conoscersi meglio, per uno scambio di saperi e di progettualità comune tra le diverse discipline che vengono studiate qui alla Scuola IMT», spiega il direttore della Scuola IMT, Pietro Pietrini. «Il tutto con un grande spirito di convivialità informale».
Ad arricchire il simposio, due momenti dedicati alla comunità degli allievi e degli ex allievi. Nella serata di martedì si terrà infatti l’assemblea dell’Associazione Alumni e Studenti della Scuola, nata nel 2016 per riunire tutti coloro che hanno condiviso un percorso di studio alla Scuola, favorire lo scambio culturale tra dottorandi ed ex allievi e facilitare la creazione di una rete professionale multidisciplinare. In questa occasione i soci eleggeranno il presidente dell’associazione che – assieme al delegato del direttore, il professor Emiliano Ricciardi – avrà il compito di promuovere nuove iniziative.
Mercoledì alle 17, infine, la cerimonia di consegna dei diplomi di dottorato ai 37 allievi che hanno terminato i loro studi nell’ultimo anno che rappresenta uno dei momenti più intensi della vita del Campus e significativi per l’intera comunità accademica. La cerimonia sarà aperta al pubblico ed è previsto un servizio di traduzione simultanea in italiano degli interventi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »