energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ricerche di Antonio Proia: si riparte a gennaio 2015 Notizie dalla toscana

Follonica (Grosseto) – “Istituzioni e Volontari impegnati nelle ricerche di Antonio Proia non hanno nessuna intenzione di desistere e riprenderanno le battute nei boschi di Follonica già da metà gennaio 2015”. Questo il senso del pensiero e delle dichiarazioni all’indomani della giornata di sabato, 20 dicembre, trascorsa nelle macchie comprese tra i campi lavorati del podere Bezzuga, la strada vicinale per il Martellino e la recinzione adiacente alla statale n° 1 a quattro corsie.

Pensieri largamente condivisi dai figli, dell’appuntato dei Carabinieri comparso in quei luoghi, nel novembre 2013, Diana, Annarita e Federico. Tutti e tre presenti ed attivi da mattina a sera al tentativo che si è rilevato, al momento, infruttuoso. “Se fosse per noi – hanno detto – i figli di Proia – si ritornerebbe anche oggi al bosco per proseguire nel ritrovamento che, purtroppo, sabato scorso non ha dato l’esito che speravamo”. Aspettiamo comunque le prossime settimane di gennaio per ripartire insieme alla potente macchina organizzativa messa su dalle Istituzioni, Enti, Associazioni e volontari ai quali va il nostro ringraziamento più sentito e sincero”. “Sono stati tutti molto speciali – ha ribadito Annarita anche a nome dei suoi, in Internet” – e avranno la gratitudine anche da parte dei nostri parenti”.

Indubbiamente la partecipazione alle ricerche é stata rilevante con i giovani, poco più che ventenni, come Silvia Picci (classe 1993) della Vab Follonica e Alessandro Rustici (1990), o il sempre valido 81enne Manlio Ceccarelli Maresciallo della Forestale in pensione, esperto di queste macchie, che si è unito agli altri colleghi presenti, dell’ANFOR. Tutti sotto la regia coordinata: dei Vigili del Fuoco Provinciali, caposquadra Massimo Franci, Marco Rosati dei VVFF di Follonica e Franco Festi della Protezione Civile Grossetana.
Sarà il sindaco Andrea Benini a riprendere, dopo le festività, il filo dell’organizzazione delle ricerche, alle quali hanno già confermato la loro adesione gli stessi partecipanti di sabato scorso, che sono: Alessandro Boni, Peppuccio Moricci, Francesco Pinna del Gruppo Cinofilo Scuola Cani Asdteamdog di Valentano (VT). Manlio Ceccarelli, Ettore Fabiano, Maurizio Mazza e Lione Mento, dell’Associazione Nazionale Forestali. Luca Daveri e Andrea Luongo dell’Associazione Nemesi di Figline Valdarno. Antonio Cascitti, Emilio Demauro, Renato Nania e Roberto Pagano dei Carabinieri. Marialuisa Carnetto, Simone Cheli, Serena Fiaschi e Massimo Romualdi della CRI. Franco Festi, Giorgio Formicola, Mauro Rosini e Alfio Rossi di Radio Follonica – Protezione Civile. Marco Maccianti e Alessandro Rustici per la Società Nazionale Salvamento. Marco Bianchi, Stefano Bianciardi, Filippo Biondi, Sergio Cerri, Francesco Conti, Lorenzo Cortigiani, Franco Aurelio De Luca, Martina Deflorio, Leonardo Disseri, Andrea Falorni, Francesco Finocchioli, Roberto Giannetti, Alessio Pagliari, Silvia Picci, Giuseppe Salvador della VAB. I volontari singoli, Roberto Bocci, Luisa Cecchetti, Lorenzo Centenari, Massimo Cocchetti, Laura Dell’Anno, Paolo Galassi, S. Magagnini, Stella Malossi, Carla Oiella, Lorella Orza, Alberto Papini, Carlo Pettirosso, Piero Picariello, Pio Tuti, Ewa Usjohis, Antonino Vella. I Vigili del Fuoco Claudio Bonelli, Filippo Camarlengo, Marco Corridori, Massimo Franci, Luca Frosolini, Edoardo Lavoratori, Marco Olivagnoli, Marco Rosati, Nicola Rosso e Simone Zanaboni.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »