energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Richiedenti asilo puliranno da volontari gli argini dei fiumi Cronaca

Firenze –  I rifugiati e profughi che hanno richiesto asilo e sono ospiti in Toscana aiuteranno i consorzi di bonifica a pulire da carte e rifiuti gli argini e le sponde di fiumi e torrenti, immediatamente prima o dopo il taglio stagionale dell’erba. Si parte da Firenze e da Pistoia, sull’Arno e il Mugnone nel tratto urbano e sull’Ombrone e la Bruna lungo le mura pistoiesi e più a ridosso della città, con una quindicina di volontari: tutti ragazzi e giovani dell’Africa subsahariana, tra diciotto e ventotto anni, giunti in Toscana a settembre dell’anno scorso dal Mali e dalla Nigeria, dalla Costa d’Avorio, il Senegal e il Gambia. Un esperimento che i promotori si augurano che possa allargarsi.

Le prime due convenzioni sono state firmate oggi a Firenze tra il Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno, la Federazione delle Misericordia e l’associazione Aics accoglienza solidale di Firenze, che assieme a molte altre associazioni e cooperative stanno gestendo in Toscana, in convenzione con le prefetture, l’accoglienza di quasi settemiladuecento migranti arrivati dal 2014, distribuiti in più di cinquecento strutture di 199 diversi comuni, a cui si aggiungono altri 679 migranti accolti nei centri Sprar o in strutture polifunzionali come il Paci di Firenze.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »