energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Rifiutario”, al via la differenziata porta a porta Notizie dalla toscana

Parte martedì prossimo 2 aprile la raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti a Cascina capoluogo, Latignano, Marciana, Pardossi e via di Corte. Il Cosiddetto “porta a porta” fa quindi il suo esordio anche nel territorio cascinese. A luglio di quest'anno è prevista l’introduzione del porta a porta anche nelle zone a sud della ferrovia ed entro la fine dell'anno l’estensione a tutto il resto del territorio, comprese le zone di San Frediano, Navacchio e dell’ansa dell’Arno. L’introduzione del porta a porta nel Comune di Cascina, spiega la nota del Comune di Cascina,  interesserà 18.647 utenze domestiche e 1.611 utenze non domestiche. Con il porta a porta a regime è altamente probabile che l’attuale 40,2% di raccolta differenziata possa attestarsi, a fine 2013, ben oltre il 75%.
Durante tutto il mese di marzo gli operatori di Geofor hanno consegnato agli utenti il calendario e il materiale necessario alla raccolta. Per le utenze domestiche il kit è composto da: 200 sacchi biodegradabili per la raccolta dell’organico; 50 sacchi per la raccolta della carta; una pattumiera marrone per la raccolta dell’organico; un mastello da 25 litri marrone per l’organico; un mastello da 25 litri grigio per la raccolta dell’indifferenziato; un mastello da 40 litri celeste per la raccolta del multimateriale; una borsa verde per raccogliere il vetro da portare alle campane. Chi non avesse ancora ricevuto il materiale può rivolgersi al numero verde di Geofor: 800 959 095.

Come funziona la raccolta differenziata.
La differenziazione dei rifiuti porta a porta è organizzata in quattro tipi di raccolta: la raccolta dell’organico il lunedì e il giovedì (da maggio a settembre anche il sabato); la raccolta del multimateriale leggero (senza vetro) il martedì; la raccolta della carta il mercoledì; la raccolta dell’indifferenziato il venerdì. Il vetro continuerà ad essere raccolto con apposite campane verdi poste nelle strade. Ne  saranno posizionate 370 e svuotate due volte al mese La raccolta personalizzata dei sacchi gialli per pannolini e pannoloni sarà effettuata il lunedì e il mercoledì.
Nel 2013 la raccolta porta a porta non sarà effettuata giovedì 25 aprile (l’organico sarà ritirato sabato 27 aprile), mercoledì 1 maggio (la carta sarà raccolta sabato 4 maggio), giovedì 15 agosto, venerdì 1 novembre (l’indifferenziato sarà raccolto il 2 novembre), mercoledì 25 dicembre (la carta sarà raccolta sabato 28 dicembre).
A Cascina capoluogo, Marciana e Latignano, Pardossi e via di Corte i rifiuti vanno posizionati davanti alla propria abitazione entro le ore 13. L’orario di raccolta previsto dalle 13 alle 19.
I rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, gli sfalci verdi in grandi quantità e i rifiuti ingombranti possono essere portati presso il centro di raccolta di via Campania a Cascina, aperto il martedì e il mercoledì ore 7-13.15, il giovedì e il venerdì ore 12.30-18.45, il sabato ore 8-12.45 e 14-18.45. I rifiuti ingombranti possono essere ritirati gratuitamente a domicilio contattando il numero verde di Geofor  800 959 095.

Tutte le istruzioni su come differenziare i rifiuti sono contenute nel materiale informativo distribuito da Geofor, in particolare nel “Rifiutario”, la pubblicazione che è già stata distribuita alle famiglie e che è disponibile anche sul sito dell’azienda per il download. «Si tratta di una piccola rivoluzione che abbiamo fortemente voluto –spiega Giorgio Catelani, assessore all’ambiente di Cascina- perché con la raccolta attraverso i cassonetti stradali avevamo già raggiunto il limite massimo di differenziazione, vale a dire il 40%. Poiché la legge stabilisce che il limite da raggiungere è il 65%, siamo fermamente convinti che Cascina saprà ampiamente superare questo livello. Certo, serve la collaborazione di tutti i cittadini. Sotto questo punto di vista sono molto fiducioso, anche perché le assemblee che abbiamo fatto sul territorio per spiegare le nuove modalità di raccolta sono state molto partecipate».

Le dichiarazioni
«Anche per Geofor – ha commentato il presidente Paolo Marconcini – si tratta di una sfida importante, che riguarderà circa 44.000 cittadini. Con questi numeri e con lo strumento del “porta a porta” è molto probabile che l’intera percentuale di raccolta differenziata del bacino di Geofor possa avere un ulteriore aumento positivo. Naturalmente, la nostra azienda garantirà l’impegno massimo affinché vengano raggiunti i termini di legge del 65% di differenziazione, ma siamo fiduciosi che tale risultato verrà ampiamente superato». (dp)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »