energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Riforma Franceschini, scambio al veleno fra Paolucci e Giachi Politica

Firenze – Le Soprintendenze dopo la Riforma Franceschini? Non si sa bene cosa saranno, secondo il direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci. Ma una cosa è certa, per l’ex-soprintendente del Polo museale fioretino: i musei non possono essere “moltiplicatori di profitto”. E ritenere questo non è che la conclusione di una visione della gestione dei beni culturali che va sempre più nella direzione della valorizzazione economica del patrimonio. Oltre che una “stupidaggine”.

Lo dice, Paolucci, nella giornata dell’inaugurazione del Salone dell’Arte e del Restauro, e la vicesindaca di Firenze Cristina Giachi acciuffa al volo la polemica: le parole del professor Paolucci? “Colpi di coda” di un sistema “che tarda a volersi rinnovare”. Alla fin fine, il torto di Paolucci è quello di non capire la necessità “di fare intervenire i privati”. E magari di valorizzare economicamente il patrimonio culturale. Una posizione, quella di Paolucci, che allontanerebbe economia e turismo dal patrimonio artistico; dunque “assurda”. E si registra il serrare le fila del Pd attorno alla giovane vicesindaca (immediato il sostegno a Giachi della senatrice Rosa Maria Di Giorgi e del presidente della commissione cultura al senato Marcucci).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »