energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Riforma Province: Filippeschi andrà a Roma anche senza invito Politica

Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e presidente del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) della Toscana, promette battaglia. Nella giornata di domani, giovedì 29 novembre, in Senato si riunirà la commissione permanente Affari Costituzionali, deputata ad esaminare la proposta di legge per la conversione del decreto legge sul riordino delle Province. Il sindaco pisano, però, non è stato invitato a Roma. «Mi pare – ha spiegato Filippeschi – che siano state fatte delle disparità di trattamento che non si giustificano. Inoltre non è corretto negare una risposta formale e motivata ad una domanda formale e motivata quale ho fatto. Dunque chiedo di nuovo di essere ascoltato e domani sarò pronto a partire per Roma, per essere in Senato». Domani a Roma sarà ascoltato il presidente della Provincia di Lucca, Stefano Baccelli, che verosimilmente chiederà di rivedere l’accorpamento di Massa-Carrara, Lucca, Pisa e Livorno nella nuova maxi-Provincia della Toscana costiera. Non si capisce perché, ha proseguito Filippeschi, viene ammesso alla riunione della commissione parlamentare il presidente della Provincia lucchese e non il presidente del CAL Toscano, che invece sostiene la proposta di riorganizzazione delle Province del Governo. «Anche il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini, oggi ha annunciato che sarà ascoltato in audizione, dunque non c’è un solo caso», ha continuato. «Così, dato che Pisa è testimone per sua parte delle stesse problematiche che da diversi punti di vista e motivi pongono i due presidenti di Provincia toscani, non ultima quella dei criteri utilizzati per la scelta dei capoluogo, mi chiedo perché non dovrei essere ascoltato anch’io per dire cosa pensano la mia città e i comuni pisani», ha concluso il sindaco pisano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »