energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Rigassificatore Piombino, no del Tar alla sospensiva Cronaca

Firenze – Il Tar del Lazio ha negato la sospensiva cautelare, chiesta dal Comune di Piombino, sull’ordinanza con cui è stata rilasciata l’autorizzazione ai lavori per ospitare per tre anni nel porto della città la nave Golar Tundra di Snam (foto), il rigassificatore che dovrà entrare in funzione tra marzo ed aprile 2023.

Il Tar ha ritenuto al momento  “non sussistere i presupposti” per la concessione della sospensiva e che “all’esito della prima disamina della documentazione offerta, l’iter che ha condotto all’adozione del provvedimento non ha dato evidenza di palesi anomalie nello sviluppo del procedimento né di incontrovertibili carenze istruttorie”

Sul fronte dei “paventati rischi per la pubblica incolumità – scrive ancora il Tar – risultano, allo stato, privi di attualità” anche perché prima dell’entrata in servizio della nave dovranno essere acquisiti il Rapporto di sicurezza definitivo e l’autorizzazione integrata ambientale.

“La decisione del Tar rafforza la convinzione, che ho sempre avuto, di aver agito nella correttezza delle procedure previste e con un’istruttoria accurata dei documenti, delle deduzioni e controdeduzioni presentate, con prescrizioni che si sono accompagnate all’autorizzazione. Aspetto adesso con fiducia la decisione nel merito da parte dei giudici e l’udienza di discussione fissata per l’8 marzo”. Così il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, nelle sue vesti di commissario straordinario nominato dal governo sul rigassificatore di Piombino.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »