energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Rimozione Concordia, Gabrielli: “Sei proposte in gara, di cui 4 per rimuoverla intera” Cronaca

Sono sei i progetti che Costa Crociere ha ricevuto, informa una nota della società armatrice, nell'ambito della gara che ha indetto per la rimozione del relitto della Concordia dal mare dell'Isola del Giglio, dove la nave da crociera è naufragata il 13 gennaio e giace semisommersa sul fondale di Punta Gabbianara. Infatti, chiarisce la nota, delle dieci società scelte da Costa Crociere sulla piazza internazionale delle migliori più esperte nel settore per partecipare alla gara, "tre società hanno rinunciato, impossibilitate per impegni già programmati, e due società si sono associate presentando un progetto in comune". I sei piani operativi che la società armatrice ha in mano prevedono dai 10 ai 12 mesi per rimuovere la nave e, sottolinea la nota, hanno in comune "la massima attenzione nel garantire il minor impatto ambientale possibile, la salvaguardia delle attività turistiche ed economiche dell'Isola del Giglio, e la massima sicurezza degli interventi". A metà mese si conosceranno i primi progetti selezionati e il vincitore reso noto tra fine marzo e inizio aprile.
Anche il commissario delegato all'emergenza del Giglio, Franco Gabrielli, oggi nuovamente sull’Isola del Giglio per il consueto incontro settimanale di informazione della popolazione del Giglio, presso l'Hotel Bahamas, ha riferito le ultime novità sulla gara per i lavori di rimozione della nave, circostanziando le date, e prennuanciato agli isolani che occupazione delle aree di cantiere e alloggiamento del personale che opererà saranno concordate con la comunità locale. Gabrielli ha collocato l'uscita della short list dei progetti selezionati tra il 15 ed il 20 marzo. Poi il Tavolo, a cui siedono massimi esperti del settore, tra i quali anche i tecnici della Protezione civile, scegliera la società o il consorzio di società che si aggiudicherà la gara e quindi, entro la prima settimana di aprile, la firma del contratto per l'attuazione del piano operativo. Da quella data partiranno i 12 mesi del piano operativo, calcolato in circa 4 settimane l’allestimento dei cantieri, nel mese di maggio potrebbero partire i lavori di rimozione della nave.
Nei prossimi incontri con la popolazione del Giglio  saranno forniti maggiori dettagli sulla gara di rimozione ma, per clausole contrattuali e segretezza industriale, non si potranno conoscere le modalità operative di rimozione fino alla scelta della società ed alla firma dei contratti. Rispetto alle operazioni di defueling il Commissario ha annunciato che sono ormai concentrate sulla sala macchine e, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, saranno svuotati i 6 piccoli serbatoi che contengono le residue 310 tonnellate di carburante. Intanto sono stati già flangiati i depositi e le condutture delle acque reflue.

Le dichiarazioni
“Sono giunti sul tavolo londinese delle assicurazioni che per conto di Costa-Carnival stanno seguendo la vicenda – ha detto Gabrielli – 6 progetti da parte delle 7 aziende rimaste in gara (3 hanno rinunciato come riferito da Costa Crociere), considerando che l’olandese Smit e la livornese Neri si sono consociate. Di queste sei proposte ben 4 prevedono la rimozione per intero del relitto, mentre due optano per lo smantellamento dei ponti superiori per consentire un alleggerimento e quindi una rimozione del resto dello scafo nella sua restante interezza”. “Tutti i progetti – ha proseguito il Commissario – tengono conto della massima fruibilità dell’isola ed ogni società è fin da ora disponibile a concordare con la comunità isolana le modalità di occupazione delle aree di cantiere e l’alloggiamento del proprio personale tramite soluzioni abitative autonome. Tutti, inoltre, considerando le favorevoli condizioni meteo-marine della bella stagione prevedono di lavorare ininterrottamente durante il periodo estivo e di completare la rimozione entro massimo 12 mesi dalla data dell’incarico”.

Foto www.rsvn.it


 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »