energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La rinascita dell’ex Teatro Nuovo a Rifredi si chiama Alias Cultura

Firenze – Il Circolo Lippi di Firenze in Via Fanfani, nel quartiere industriale di Rifredi, è un’istituzione penetrata nella storia. Adesso l’Ex Teatro Nuovo all’interno del circolo rinasce sotto il nome di ALIAS e ospita una programmazione ampia, in vernacolo e non solo, con un’attenzione particolare al talento.

Perché il nome ALIAS? Alias sono tutti i soprannomi di persone che, dalla costruzione del circolo nel 1954, si sono guadagnate un posto nella memoria collettiva: i’ canadese, i’ cavallaio, i’ chiava, i’ lagna sono solo alcuni delle decine di nomi che si possono trovare sul sito circololippi.it.

Il Circolo ha cominciato l’attività teatrale negli anni settanta, e dal 1994 si è formata la compagnia residente “Il Grillo”, specializzata nel genere vernacolare.

La programmazione comincerà il 6 febbraio con lo spettacolo de “Il Renzocchio”, “satira politica allo stato puro, una parodia dei nostri politici vista con gli occhi di Pinocchio, creato dagli attori toscani Emiliano Buttaroni e Massimo Borgioli”, si legge nella nota presentata stamani a Palazzo Vecchio.

Il rilancio del Teatro si deve all’agenzia di spettacoli SPmanagement, di Roberto Pratesi e Silvia Papucci, che ne ha assunto la direzione: gli eventi si terranno anche per tutta l’estate grazie alla terrazza esterna del circolo.

alias 6Per il presidente del Lippi Maurizio Jaksetich, non c’era scelta per far sopravvivere il mercato degli eventi culturali: “Ci è sembrata la classica situazione di fronte alla quale o ci si arrende o si prova a crescere.” E il Teatro crescerà di sicuro grazie all’intensa programmazione prevista: “Quando parla Gaber, canzoni e monologhi del signor G.”, adattamento e regia di Fulvio Ferrati; “Ridere fa bene?“, spettacolo comico di Fulvio Faina; “C’era un cartello giallo”, tributo a Fabrizio de Andrè, “Grancabarettiamo”, di Graziano Salvadori.

Jaksetich punta in alto per realizzare “una nuova proposta di cartellone culturale che si affianchi ai già consolidati Teatri di Rifredi, Puccini e gli altri”. Sarà anche possibile organizzare kermesse di gruppi musicali e teatrali alternativi: un’idea per attrarre anche il pubblico giovanile.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »