energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ringiovanisce la macchina comunale, aumentano i dipendenti, nuovo concorso a febbraio Breaking news, Cronaca

Firenze – Importanti novità, per quanto riguarda la macchina comunale. Ad annunciarle, l’assessore al personale Alessandro Martini, che mette l’accento su due punti: da un lato, nel 2019, le assunzioni a tempo indeterminato sono state 419, a fronte di 210 pensionamenti. Il doppio delle entrate, dunque, rispetto alle uscite, elemento che finalmente torna a rafforzare una macchina comunale sguarnita, a forza di tagli e blocchi del turn over. Livello che tra l’altro, come dice l’assessore, è assolutamente di qualità, con l’ingresso di nuove professionalità più rispondenti ai tempi e alle esigenze dei cittadini. Se questo è un punto importante, dall’altro lato c’è anche il conseguente ringiovanimento dell’amministrazione comunale fiorentina, che si afferma come uno degli enti più giovani della media nazionale. E le assunzioni continueranno anche nei prossimi anni con nuovi concorsi già a partire da febbraio. Novità che riguardano anche la riorganizzazione della macchina comunale, su cui è stata operata una semplificazione e riorganizzazione delle posizioni direttive, che passano da 71 a 66.

“Nel 2019 abbiamo registrato un inversione di tendenza dopo anni di riduzione progressiva del numero dei dipendenti, superando di poco la quota di 4mila (nel 2009 erano circa 5.400) – dice Martini – e questo è stato possibile grazie ai molti concorsi che sono stati effettuati e che hanno visto, in molti casi, l’esaurimento delle graduatorie. Questo si traduce non solo in un ringiovanimento della struttura, con un’età media passata dai 51,7 del 2017 al 50,3 del 2019, ma anche nell’ingresso di nuove professionalità sempre più adeguate alle mutate esigenze dell’ente e dei cittadini”.

Nel dettaglio il 2019 ha visto un incremento del personale di 132 persone reperite nelle graduatorie dei concorsi effettuati nell’anno e in quello precedente e che sono in gran parte esaurite tanto che restano da coprire 51 posti. Tra gli elenchi terminati quello per istruttore direttivo amministrativo, istruttore edile, istruttore direttivo tecnico, istruttore amministrativo, istruttore direttivo informativo e istruttore informatico. Restano invece aperte le graduatorie per il personale della scuola, agenti di Polizia Municipale e assistenti sociali. Per i profili professionali mancanti sarà necessario bandire nuovi concorsi oppure reclutare il personale con altre procedure come la mobilità oppure l’utilizzo di graduatorie di altri enti.

L’impegno per le nuove assunzioni continuerà anche nei prossimi anni. Oltre al completamento degli ingressi previsti nel 2019, sono già in programma ulteriori 60 assunzioni per il 2020 e 101 per il 2021. “Ma sono numeri assolutamente sottostimati – precisa l’assessore Martini –. In questi giorni stiamo rivedendo il piano triennale di fabbisogno relativo al 2020-2021-2022 e possiamo già anticipare che le assunzioni saranno molte di più”. In arrivo quindi nuovi concorsi, tra cui già a febbraio quello per operatori cucinieri. “Ringrazio gli uffici e lo staff tecnico per l’impegno che ha messo e sta mettendo per questa grande opera di rinnovo della struttura del Comune a tutto vantaggio della qualità e dell’affidabilità – continua l’assessore -. Ricordo anche il lavoro che stiamo portando avanti a livello di welfare aziendale in collaborazione con le organizzazioni di tutela dei dipendenti”.

Nell’occasione l’assessore Martini annuncia una iniziativa nuova di zecca, la Festa della riconoscenza. “Per ringraziare i dipendenti che sono andati in pensione con il sindaco Nardella abbiamo pensato di organizzare un evento dedicato proprio a chi, nella sua vita lavorativa, ha dato tanto alla comunità attraverso il suo impegno quotidiano. L’abbiamo chiamata ‘Festa della riconoscenza” e il primo appuntamento, rivolto ai 201 pensionati del 2019, è mercoledì prossimo nel Salone dei Cinquecento”. Gli interessati hanno ricevuto un invito per l’evento; a tutti verrà consegnata (o inviata a casa se non presenti) una pergamena ricordo e un omaggio simbolico a testimonianza della gratitudine dell’Amministrazione e della città.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »