energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ripresa: i pellettieri riprendono la guida del made in Italy Economia

Firenze – Sarà il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a ospitare, lunedì 28 giugno alle ore 10.30 la 2ª edizione degli Stati Generali della Pelletteria Italiana, un convegno organizzato da Assopellettieri per la prima volta nel 2020. L’associazione nazionale che rappresenta le imprese di pelletteria, dai brand del lusso alle piccole e medie imprese, è scesa in campo nei difficili momenti della pandemia per supportare concretamente le aziende e sostenerne le istanze di fronte alle istituzioni.

L’edizione 2021 testimonia l’intenso lavoro svolto da Assopellettieri nell’ultimo anno con l’obiettivo di creare sinergie e fare sistema con le diverse realtà del settore. Un lavoro che si è tradotto anche nell’impegno continuo per individuare e realizzare progetti di valore e soluzioni innovative per le imprese della pelletteria italiana. Strumenti preziosi per guidare la ripartenza del settore post Covid.

Il convegno, in presenza e in streaming, si articolerà attraverso tre sessioni di lavoro, tre tavole rotonde con ospiti importanti provenienti dal mondo della politica, delle istituzioni, dell’industria e del fashion. Una mattinata di lavori in cui si parlerà di opportunità per il settore legate al PNRR, ma anche di innovazione e di trasformazione digitale e dei tanti progetti ideati da Assopellettieri.

«Ci sono due modi per uscire dalla tempesta: ammainare le vele e mettersi sotto costa finché non passano i marosi oppure spiegare le vele e cercare di uscire il prima possibile – commenta Franco Gabbrielli, Presidente di Assopellettieri -. Ecco, noi abbiamo scelto il secondo. Abbiamo approcciato la crisi investendo su un piano industriale innovativo, impegnativo e tremendamente ambizioso».

«La 2ª edizione degli Stati Generali torna a distanza di un anno per diventare un appuntamento annuale – spiega Andrea Calistri, vicepresidente di Assopellettieri con delega al distretto toscano -. Un evento durante il quale la pelletteria italiana incontrerà il mondo in occasione della Settimana della Moda a Firenze. I contenuti saranno moltissimi, per un’edizione che vuole sancire la ripartenza del settore».

 IL CONVEGNO: LE TRE SESSIONI 

1.L’anno della sfida per la pelletteria Made in Italy – La ripresa economica nel solco del PNRR

La prima sessione vedrà riunirsi rappresentanti delle istituzioni, per fare il punto sulle opportunità e le iniziative previste a supporto delle aziende del settore. Tra i relatori, ci saranno Manlio Di Stefano Sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Lucia Borgonzoni Sottosegretario al Ministero della Cultura,Carlo Ferro Presidente di Agenzia ICE, Eugenio Giani Presidente della Regione Toscana, Barbara Beltrame Giacomello Vice Presidente di Confindustria per l’internazionalizzazione, Simonetta Acri Responsabile MID Corporate e PMI di SACE e Franco Gabbrielli Presidente di Assopellettieri che illustrerà le novità legate al CCNL.

 2. I cinque assi del piano industriale di assopellettieri: fiere, digitalizzazione, internazionalizzazione, formazione e servizi.  

Assopellettieri ha deciso di lanciare un piano industriale a favore delle imprese associate, offrendo loro un ventaglio di strumenti concreti e operativi. Al centro del piano la digitalizzazione, intesa come evoluzione del modo di produrre e vendere il prodotto di pelletteria, cogliendo le opportunità delle nuove tecnologie senza perdere le peculiarità e la forza della tradizione. In tale cornice verranno presentate le prossime iniziative relative a Mipel e alle fiere internazionali organizzate dall’associazione con il prezioso supporto di Agenzia ICE e MAECI, la rivoluzionaria piattaforma Mipel Lab sviluppata in collaborazione con EY e con il supporto della software house DS Group, che si pone come punto di incontro tra domanda e offerta di produzione di pelletteria. E ancora e la nuovissima piattaforma di e-commerce BAEMI nata con l’obiettivo dichiarato di sostenere e promuovere l’artigianalità italiana nel mondo.  Ne discuteranno Danny D’Alessandro Direttore Generale di Assopellettieri, Federico Bonelli – EY Partner – Retail Fashion & Luxury Leader-Strategy & Transaction, Romeo Quartiero CEO DS Group SpA, Andrea Bartolini Direttore Commerciale Imprese Toscana e Umbria Intesa San Paolo Roberto Pasi di Baemi Srl.

3.Made in Italy: l’evoluzione del retail  e della pelletteria nella moda, quale futuro? 

La sessione affronterà i temi dell’evoluzione e della trasformazione digitale del mondo Retail alla presenza di Andrea Calistri Vice Presidente di Assopellettieri con delega al distretto toscano, Beppe Angiolini CEO e Founder di Sugar,Raffaello Napoleone AD di Pitti Immagine, Nicola Antonelli Chief Marketing Officer di Luisa Via Roma e Giovanni Scalia co-founder di Scalia Group, Franco Zanellato CEO & Creative Director di Zanellato e il professor Antonio Catalani docente SDA Bocconi. Verrà anche presentata in anteprima assoluta la borsa “modello” legata al progetto Miss Mipel che nasce dall’esigenza di tutelare il sistema, il made in Italy, l’artigianalità che lo caratterizza, con l’obiettivo di trasmettere l’unicità e il grande valore delle aziende pellettiere italiane.

Con Raffaello Napoleone, AD di Pitti Immagine e ospite d’eccezione si parlerà anche dell’imminente presentazione del nuovo progetto fieristico “MIPEL Lab”, dedicato alle aziende produttrici di pelletteria, che avverrà con un’installazione speciale realizzata in occasione della prossima edizione di PITTI Immagine Uomo. Il progetto verrà inaugurato il primo giorno di Pitti mercoledì 30 giugno alle ore 15 con la presenza dello special guest Marco Palmieri, Founder&Ceo di Piquadro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »