energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Riqualificazione industriale Massa-Carrara: Rossi scrive al ministro Guidi Società

Firenze – Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha scritto una lettera al ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, chiedendo l’apertura immediata di un tavolo di concertazione e confronto presso il Ministero per stipulare un Accordo di Programma per l’area di Massa-Carrara. La lettera, inviata anche al Viceministro Claudio De Vincenti, ai sindaci di Massa, Alessandro Volpi, di Carrara, Angelo Zubbani, ed al Presidente della Provincia di Massa-Carrara, Narciso Buffoni, prosegue chiedendo un progetto di riconversione e riqualificazione industriale per l’area massese.

“Intendo porre alla sua attenzione – così ha scritto il Governatore al ministro – dopo aver condiviso tale percorso con le istituzioni locali, la drammatica situazione produttiva ed occupazionale dell’area industriale di Massa-Carrara, che, come sicuramente lei ben conosce, risulta interessata da una crisi di particolare complessità che coinvolge molti degli stabilimenti manifatturieri esistenti, con rilevanti effetti negativi sul bacino occupazionale di tutto il territorio provinciale e regionale, a partire dai casi più emblematici come quello della multinazionale Eaton che ha improvvisamente chiuso le produzioni e lasciato senza lavoro oltre 300 addetti”.

“Una crisi – ha proseguito Rossi – che si è peraltro acutizzata negli ultimi anni anche a seguito della nota congiuntura internazionale e nazionale negativa e che ha posto, purtroppo, la Provincia di Massa-Carrara al vertice di tutte le statistiche negative relative al fenomeno della disoccupazione in ambito toscano e nelle aree del centro nord. Al 31 dicembre 2013 erano, infatti, stimati in più di 10.688 i disoccupati nell’intera Provincia, ossia oltre l’ 8% dei disoccupati totali toscani, e il tasso di occupazione era pari al 59,2% contro il 63,9% della media Toscana”.

La lettera prosegue tracciando un quadro dettagliato della situazione in un’area oggi caratterizzata da una minore presenza industriale rispetto al resto della regione e dell’Italia e a più alta emergenza occupazionale in tutta la Regione Toscana ed in tutte le aree del centro nord Italia.

Le aree produttive dei Comuni di Massa e Carrara hanno perso oltre 75 occupati stabili su 1.000 residenti in età lavorativa nel periodo cruciale della crisi (luglio 2008 – giugno 2013).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »