energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Rock Contest, finale con stelle dell’indie italiano in giuria Spettacoli

Firenze – Una giuria di stelle dell’indie italiano e di big dal mondo delle radio e della critica musicale nazionale, sei formazioni in gara per aggiudicarsi il titolo di migliore band emergente d’Italia, l’unico concerto in Toscana dei Sick Tamburo per presentare l’ultimo album e alcuni estratti del nuovo reading di Max Collini: sono solo alcuni dei protagonisti e degli appuntamenti in programma sabato 14 dicembre all’Auditorium Flog per la finale del Rock Contest.

Rock Contest da oltre trent’anni premia i musicisti esordienti più promettenti della Penisola ed è organizzato da Controradio e Controradio Club con il contributo di Comune di FirenzeSIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in collaborazione con Regione Toscana – Fondo Sociale Europeo/Giovanisì.

Si parte alle 21 con le sei band che si sono qualificate in finale, scelte tra le oltre 600 iscritte da tutta Italia. Le esibizioni saranno intervallate da alcuni estratti del reading Max Collini legge l’indie italiano degli anni dieci. A coronare la serata, sarà il ritorno dei Sick Tamburo nell’unica data toscana del loro nuovo tour Paura e l’Amore. I sei finalisti in gara, saranno valutati da una giuria composta da nomi illustri del giornalismo musicale italiano e da affermati musicisti come Vasco Brondi, Andrea Appino degli Zen Circus, Paolo Benvegnù, Rachele Bastreghi dei Baustelle, Diodato, Francesco Magnelli ex-CSI e LitfibaMax Collini oltre ai giornalisti John Vignola di Rai Radio Uno, Giulia Cavaliere di Sky e Rolling Stone, Damir Ivic per Soundwall e Federico Russo di Radio Deejay.

Dagli inizi, sono stati più di 5.000 i musicisti che si sono esibiti sui palchi della manifestazione, che ha visto gli esordi di artisti come Roy Paci, Irene Grandi, Bandabardò, Stefano Bollani, Benvegnù, per citarne solo alcuni. Quest’anno, tra le centinaia di formazioni iscritte, ad essersi aggiudicati la finale sono sei progetti musicali, tra cui spicca la presenza di voci femminili, con ben quattro band su sei capitanate da musiciste: dalla genovese Leyla El Abiri, giovanissima eppure già capace di fondere sonorità anglosassoni e liriche in italiano a Emma Nolde, classe 2000 da Lucca, con un songwriting fresco ed energico; dai pratesi Lady in the Radiator tra chitarre graffianti e atmosfere evocative, alle armonie seventies dei fiorentini Moonwise Den. Completano la rosa dei finalisti Nervi, progetto solista tra indie e glam di Elia Rinaldi dei toscani Finister, e gli Ultima Haine formazione partenopea, che si esibisce con i volti coperti, infiammando il palco con un mix di crossover rock e rap.

Grande attesa anche per il concerto dei Sick Tamburo, uno dei gruppi più coinvolgenti ed interessanti del panorama alternativo contemporaneo: testi concisi ed efficaci, ritmi incalzanti, ritornelli killer e un’affascinante attitudine punk. Nati dall’esperienza con i Prozac + di Elisabetta Imelio e Gian Maria Accusani, band simbolo dei 90s italiani, i Sick Tamburo tornano, a due anni dal precedente lavoro Un giorno nuovo, con un nuovo disco dal titolo emblematico di Paura e l’amore (Tempesta Dischi). Nove brani nei quali l’unione simbolica di due sentimenti opposti sviscera un’intrinseca connessione: l’amore è l’unico vero antidoto alla paura.

Ad intervallare i live saranno alcuni estratti dal divertissement Max Collini legge l’indie, evento cult dell’underground musicale, nel corso del quale la storica voce degli Offlaga Disco Pax reciterà i testi, modi, tempi, metodi e linguaggio dell’indie nostrano. Un’epopea che ripercorre con ironia l’evoluzione di uno dei generi attualmente più seguiti in Italia, con alcune liriche dei i suoi esponenti chiave, tra cui Calcutta, Coez, Coma Cose, i Cani, Gazzelle, Lo Stato Sociale, per citarne solo alcuni.

Foto: Moonwise Den

Print Friendly, PDF & Email

Translate »